Caluso, la banda dell’oro rosso colpisce ancora. Trafugati quintali di rame dall’impianto fotovoltaico

Caluso

/

21/12/2016

CONDIVIDI

I ladri hanno praticato due fori nella recinzione e hanno agito indisturbati. Danni per 50 mila euro

I ladri di rame sono sempre in azione: nei giorni scorsi una della bande specializzate nel furto dell’oro “rosso” ha messo a segno un “colpo” di tutto rispetto trafugando ben n due chilometri di cavi dall’impianto fotovoltaico di via Foglizzo a Caluso.

Stando alle prime stime, il danno arrecato dai ladri ammonterebbe ad almeno 50 mila euro. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri della stazione di Caluso i membri della banda sarebbero entrati dopo aver praticato due “buchi” nella recinzione che circonda l’impianto fotovoltaico inaugurato nel mese di luglio 2012.

Hanno messo fuori uso il sistema di allarme e hanno agito indisturbati nel corso della notte trafugando quintali di rame che sono stati probabilmente stivati a bordo di furgone. Il sindaco Maria Rosa Cena, non appena è venuta a conoscenza dell’episodio ha effettuato un sopralluogo e ha sporto denuncia ai carabinieri che stanno attivamente indagando per risalire all’identità dei malviventi.

Dov'è successo?

Leggi anche

20/01/2020

Castellamonte: fare arte con i materiale di recupero? Un successo l’iniziativa di Teknoservice

Sabato scorso, 18 gennaio, si è tenuto l’ultimo incontro del ciclo di laboratori creativi RiciclArte, organizzato […]

leggi tutto...

20/01/2020

La Olisistem di Settimo affitta un ramo di azienda all’Innovaway. E scatta la protesta dei dipendenti

L’affitto del ramo d’impresa alla Innovaway? Inizia subito con una protesta che avrà luogo domani, martedì […]

leggi tutto...

20/01/2020

Montanaro: i ristoratori canavesani piangono la morte, a soli 46 anni, del grande chef Diego Baro

Il malore che lo ha colpito nella sua abitazione di Montanaro mercoledì scorso gli è stato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy