Caluso, la banda dell’oro rosso colpisce ancora. Trafugati quintali di rame dall’impianto fotovoltaico

Caluso

/

21/12/2016

CONDIVIDI

I ladri hanno praticato due fori nella recinzione e hanno agito indisturbati. Danni per 50 mila euro

I ladri di rame sono sempre in azione: nei giorni scorsi una della bande specializzate nel furto dell’oro “rosso” ha messo a segno un “colpo” di tutto rispetto trafugando ben n due chilometri di cavi dall’impianto fotovoltaico di via Foglizzo a Caluso.

Stando alle prime stime, il danno arrecato dai ladri ammonterebbe ad almeno 50 mila euro. Secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri della stazione di Caluso i membri della banda sarebbero entrati dopo aver praticato due “buchi” nella recinzione che circonda l’impianto fotovoltaico inaugurato nel mese di luglio 2012.

Hanno messo fuori uso il sistema di allarme e hanno agito indisturbati nel corso della notte trafugando quintali di rame che sono stati probabilmente stivati a bordo di furgone. Il sindaco Maria Rosa Cena, non appena è venuta a conoscenza dell’episodio ha effettuato un sopralluogo e ha sporto denuncia ai carabinieri che stanno attivamente indagando per risalire all’identità dei malviventi.

Dov'è successo?

Leggi anche

23/08/2019

Chivasso: assessore alle Politiche per la casa o primario in Cardiologia? Moretti sceglie l’ospedale

Martedì 20 agosto il dottor Claudio Moretti ha presentato, al Sindaco Claudio Castello, la sua lettera […]

leggi tutto...

23/08/2019

Costretti a frugare tra gli scarti del mercato. In aumento i nuovi poveri anche in Canavese

Anziani pensionati, esodati, persone rimaste senza lavoro, coppie di precari con figli in tenera età: sono […]

leggi tutto...

23/08/2019

Quassolo: auto esce di strada, sfonda la recinzione e si ribalta in un prato. Feriti due anziani coniugi

La Volkswagen Tiguan ha improvvisamente sbandato è uscita fuori strada e, dopo aver percorso un tratto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy