Caluso, incursione dei ladri negli uffici della piscina comunale. Danni per 10mila euro

15/03/2017

CONDIVIDI

I malviventi hanno agito di notte e non trovando denaro, hanno sfogato la rabbia su computer e arredo

Hanno forzato il cancello di accesso e, nottetempo si sono introdotti negli uffici della piscina comunale di frazione Arè di Caluso dove hanno danneggiato due personal computer e gran parte dell’arredamento alla ricerca di denaro contante. E’ accaduto nella notte tra lunedì e martedì. Non avendo potuto racimolare un bottino consistente  i malviventi hanno sfogato la loro rabbia distruggendo le macchinette automatiche per la distribuzione delle bibite e degli snacks.

E’ stato il presidente dell’associazione Libertas Nuoto Mauro Ferrero, a scoprire alle sette di martedì mattina il raid vandalico. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia locale di Caluso inviati dal sindaco Maiuccia Cena. Toccherà all’ufficio tecnico comunale effettuare una stima definitiva dei danni. Si calcola che i ladri-teppisti abbiano causato danni per 10mila euro. Non è la prima volta che la piscina comunale viene presa di mira dai ladri e dai vandali. La Libertas Nuoto gestisce l’impianto sportivo da una decina danni: l’associazione ha speso circa 300 mila euro per la riqualificazione della struttura che è una delle più frequentate della seconda cintura di Torino.

Dov'è successo?

Leggi anche

18/02/2020

Rivarolo: operaio morto nel sottopasso. Indagati il sindaco, due assessori e tecnici comunali

Sono dieci gl’indagati a vario titolo per la morte di Guido Zabena, l’operaio di 51 anni […]

leggi tutto...

18/02/2020

San Francesco: incontro con Luca Salvadeo, autore di un libro sull’amore per il ciclismo e per la vita

San Francesco al Campo: incontro con Luca Salvadeo, autore di un libro sull’amore per il ciclismo […]

leggi tutto...

18/02/2020

La Lega propone la revoca delle borse di studio agli studenti universitari protagonisti di atti violenti

Niente borse di studio agli studenti universitari che si rendono protagonisti di gravi atti di violenza. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy