Caluso: danneggia lapidi al cimitero e lancia una tibia sulle scale d’ingresso. Sotto processo un 44enne

24/02/2018

CONDIVIDI

E' stata l'impronta di una scarpa a far risalire i carabinieri all'identità del vandalo

E’ finito in un aula del tribunale di Ivrea un uomo di 44 anni residente a Caluso accusato di vilipendio e danneggiamenti per aver devastato loculi e tombe di famiglia nel cimitero di Caluso. L’uomo avrebbe anche lanciato la tibia appartenente a un defunto sulla rampa di ingresso al cimnitero. I fatti contestati sono accaduti nel 2008 e i reati starebbero per cadere in prescrizione.

Il processo di identificazione, resa possibile grazie a lunghe e articolate indagini effettuati dai carabinieri della Compagnia di Chivasso, è partita dall’impronta di una scarpa rinvenuta presso una delle tombe danneggiate e razziate.

Stando alle indagini compiute dai militari l’uomo avrebbe agito anche nel cimitero di Mazzè. I danni sono notevoli; una ventina di lapidi e tombe di famiglia danneggiate, crocefissi sradicati, lumini in frantumi. A denunciare gli episodi sono stati i famigliari dei defunti. Quando ha visto arrivare i carabinieri a casa, il 44enne si è difeso affermando di essere stato preda di un raptus mentre era andato a trovare al cimitero un amico deceduto qualche tempo prima.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/09/2019

Dal 26 al 30 settembre la Festa dell’Uva a Carema per i 52 anni della Doc, frutto di cultura millenaria

Da giovedì 26 a lunedì 30 settembre a Carema con la 67ª Festa dell’Uva e del […]

leggi tutto...

17/09/2019

Rivarolo: il sindaco Rostagno conferirà la cittadinanza onoraria al vescovo Luigi Bettazzi

L’appuntamento è da annoverare tra quelli da non perdere: domenica 29 settembre il sindaco di Rivarolo […]

leggi tutto...

17/09/2019

A Riccione i Campionati Europei di Salvamento. In gara 3 atlete della società “Nuotatori Canavesani”

Si disputeranno a Riccione dal 17 al 30 settembre i XII° Campionati Europei di Nuoto per […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy