Caluso: “Ci ha investiti ed è fuggito”. L’automobilista: “Volevano distruggermi il parabrezza”. E’ giallo

Caluso

/

10/09/2018

CONDIVIDI

Due fratelli accusano un uomo di Mazzè. Indagano i carabinieri della Compagnia di Chivasso

E’ giallo su un incidente stradale che ha avuto luogo a Caluso nel pomeriggio di giovedì 6 settembre in viale Europa. Un giallo che toccherà ai carabinieri dipanare. Due le versioni a confronto: quella di due fratelli italiani di 19 e 16 anni, residenti a Caluso, che hanno dichiarato agli uomini dell’Arma di essere stati investiti da un’auto che è poi fuggita mentre stavano attraversando un passaggio pedonale nei pressi della rotatoria. I due ragazzi sono stati condotti al pronto soccorso dell’ospedale dove sono stati medicati e dimessi con una prognosi di qualche giorno.

C’è poi l’altra versione: quella del conducente della vettura, un 48enne italiano residente a Mazzè che, pochi minuti dopo l’incidente si è presentato in stazione dai carabinieri, ammettendo di aver toccato i due ragazzi con lo specchietto laterale, ma questi avrebbero iniziati a prendere a pugni il parabrezza dell’auto. L’uomo ha sostenuto di essere fuggito per timore che i due ragazzi gli danneggiassero l’auto e ha chiesto di essere risarcito.

I due fratelli hanno sporto querela nei confronti dell’automobilista. Saranno i carabinieri della Compagnia di Chivasso, a stabilire la dinamica dei fatti e appurare quanto è realmente accaduto.

Dov'è successo?

Leggi anche

26/02/2020

Chivasso, misteriosa morìa di carpe nella roggia che scorre vicino alla discarica. Indagini in corso

Sono decine le carpe morte rinvenute oggi, mercoledì 26 febbraio, nella roggia Campagna di Chivasso, nei […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di Coronavirus a Ciriè, il tampone sul paziente di 63 anni è negativo

Ultim’ora: il tampone effettuato sul paziente di 63 anni che nella serata di ieri si era […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di coronavirus a Ciriè. Chiuso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino

Caso sospetto di coronavirus all’ospedale di Ciriè dove è stato chiuso il pronto soccorso: un uomo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy