Caldo africano, crescono i passaggi in pronto soccorso

Chivasso

/

06/07/2015

CONDIVIDI

I medici hanno dovuto curare colori di calore e pazienti con problemi respiratori e di pressione. Giovedì arriva un fronte di aria fresca

La calura estiva era stata ampiamente preannunciata, ma il caldo africano che sta letteralmente facendo “bollire” il Nord Italia, molto al di fuori dalla norma, fa soffrire un po’ tutti, non soltanto anziani e bambini, le fasce della popolazione che generalmente sono più a rischio. Il calore eccessivo disidrata e di solito aggrava le condizioni di salute di quanti soffrono di patologie cardiache o respiratorie.

Il gran caldo non ha, per fortuna, mietuto vittime, ma il numero di quanti ricorrono alle cure dei pronto soccorso ha registrato, nell’ultimo fine settimana, un significativo incremento sia all’ospedale di Chivasso che a quello di Ivrea.

I medici hanno dovuto occuparsi di persone generalmente che accusano “colpi di calore” o soggetti che soffrono di problemi di pressione. Non si tratta di una vera e propria emergenza. Quasi tutti i casi sono trattati e risolti dal personale medico e infermieristico in breve tempo. I consigli che i medici ribadiscono sono quelli che accompagnano l’arrivo dell’estate: rimanere in casa nelle ore più calde, praticare attività sportive nelle ore più fresche, bere molta acqua e consumare molta frutta e verdura.

Il fronte di altra pressione proveniente dall’Africa si attenuerà da giovedì in poi, quando la temperatura scenderà significativamente, procurando un po’ di sollievo a chi patisce in modo particolare gli effetti del caldo e dell’afa.

Leggi anche

26/02/2020

Chivasso, misteriosa morìa di carpe nella roggia che scorre vicino alla discarica. Indagini in corso

Sono decine le carpe morte rinvenute oggi, mercoledì 26 febbraio, nella roggia Campagna di Chivasso, nei […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di Coronavirus a Ciriè, il tampone sul paziente di 63 anni è negativo

Ultim’ora: il tampone effettuato sul paziente di 63 anni che nella serata di ieri si era […]

leggi tutto...

26/02/2020

Caso “sospetto” di coronavirus a Ciriè. Chiuso il pronto soccorso dell’ospedale cittadino

Caso sospetto di coronavirus all’ospedale di Ciriè dove è stato chiuso il pronto soccorso: un uomo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy