Cafasse, la donna non accetta la sua corte e lui, per vendetta, le devasta il bar. Arrestato lo stalker

Cafasse

/

11/05/2017

CONDIVIDI

La persecuzione si è protratta per diciotto mesi tramite telefonate e messaggi ad ogni ora del giorno e della notte . Poi, improvvisa, la violenza

Per una anno e mezzo le aveva fatto una corte serrata, spietata ma la donna di 42 anni non aveva accettato le sue attenzioni: un uomo di 68 anni, residente a Caselette ha devastato per vendetta un bar –circolo situato in via Colombo a Cafasse.

L’uomo si è presentato per due volte consecutive nel locale gestito dalla donna che lo aveva rifiutato: la prima volta nella serata di martedì 9 maggio ha minacciato di morte e ha preso a sprangate il figlio ventenne della titolare. Poi, non pago, ha devastato il locale scagliando in ogni dove le sedie e i tavolini.

Lo stalker si è ripresentato la mattina successiva e ha nuovamente devastato il bar, il cui ingresso è esclusivamente riservato ai soci. La donna ha immediatamente avvertito i carabinieri che si sono messi alla ricerca dell’uomo che è stato arrestato in frazione Monasterolo con l’accusa di stalking e violenza aggravata. Le molestie erano iniziate un anno e mezzo fa: l’uomo aveva chiesto alla donna alcune prestazioni di natura sessuale.

Il rifiuto ricevuto non lo ha scoraggiato e da quel momento perseguitava la vittima con telefonate e messaggi a qualsiasi ora del giorno e della notte. Poi è scattata, incontrollabile, la violenza. Adesso l’incubo è finito sia per la donna che il figlio che è finito in ospedale per ferite guaribili in pochi giorni.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

14/08/2018

Sanità in Canavese: l’Asl T04 assume 101 operatori sanitari per fronteggiare la carenza di personale

Oggi, martedì 14 agosto, la Direzione Generale dell’Asl T04 ha disposto l’assunzione di 101 operatori sanitari: […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

14/08/2018

Rivarolo-Favria: violento scontro tra auto al passaggio a livello. Una vettura finisce sui binari

E’ stato per un puro caso se il bilancio di un incidente stradale non si è […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy