Busano, serata di festa in memoria di Simondino Mollo, “mitico” fondatore della Protezione Civile

Busano

/

24/06/2018

CONDIVIDI

Alla celebrazione della Santa Messa ha fatto seguito la cena accompagnata dalle note della "Bonard Group". La commozione degli amici e di tutta la comunità busanese

Una serata conviviale per ricordare Simondino Mollo, fondatore del Gruppo di Protezione Civile di Busano, scomparso lo scorso 19 aprile dello scorso anno a 56 anni a causa di un male che lo aveva aggredito senza lasciargli scampo. La comunità busanese, alla quale Simondino aveva dato tanto, non ha lo ha dimenticato e nella serata di sabato 23 giugno, nel piazzale dell’oratorio di Busano, si è svolta una commovente manifestazione alla quale hanno preso parte i volontari della Protezione Civile, il sindaco Gianbattistino Chiono e la comunità locale.

La serata è stata caratterizzata dagli interventi delle istituzioni,  del sindaco e delle associazioni locali. Presente l’Arma dei carabinieri. Le testimonianze che si sono alternate nel ricordo di “Simo” sono state sentite e commosse. Simondino Mollo è stato un volontario attivo nelle diverse missioni, in particolare nel terremoto dell’Aquila in Abruzzo. Dopo la celebrazione della Santa Messa, la serata è proseguita con una cena realizzata nel solco della migliore tradizione culinaria piemontese, allietata dalle note della band “Bonard Group”.

Oltre ad essere fondatore e presidente dell’associazione volontari della Protezione Civile, Simondino Mollo è anche stato membro della Pro loco busanese, molto attivo nel Comitato della Croce Rossa di Rivarolo Canavese. Un uomo molto impegnato nel sociale.
Nel corso delle breve cerimonia di commemorazione è stato sottolineato il fatto che non c’era problema o emergenza del quale non sia sia occupato nella sua breve vita dedicata al lavoro, alla famiglia e al paese nel quale abitava e dove era apprezzato e benvoluto da tutti. Simondino Mollo, dipendente della Omp (Officine Meccaniche Piemontesi) di Busano, ha combattuto con coraggio e ostinatezza contro quel male incurabile che lo aveva crudelmente aggredito.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

21/03/2019

Rivarolo, la New Dance Academy “apre le danze”: “Tutte devono poter fare agonismo”

La New Dance Academy ASD di Rivarolo Canavese si prepara ad “aprire le danze” della stagione […]

leggi tutto...

Feletto

/

21/03/2019

Feletto: il pianista 15enne Gioele Tarsia si aggiudica il 3° posto al Concorso Nazionale di Giussano

Si è aggiudicato il terzo posto assoluto alla 24ma edizione del prestigioso concorso strumentistico nazionale “Città […]

leggi tutto...

Pont Canavese

/

21/03/2019

Sabato 23 e domenica 24 marzo l’Alto Canavese apre le porte dei suoi “tesori” nelle Giornate del Fai

Evoluzione produttiva e dimensione artistica nel corso del tempo. All’imbocco delle valli dei torrenti Orco e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy