Busano: Chiono presenta la lista civica “Obiettivo Comune” che lo candida alle prossime elezioni

Busano

/

10/05/2019

CONDIVIDI

L'evento, nel corso del quale è stato illustrato un nutrito programma ha avuto luogo nella serata di 9 maggio in un noto ristorante di fronte a un foltissimo pubblico. Accanto a consiglieri e assessori uscenti figurano diversi volti nuovi, non meno motivati di chi li ha preceduti. Questa è l'unica lista che si presenta al giudizio degli elettori. Per essere eletta dovrà superare il quorum del 50 più 1 degli aventi diritto al voto

Amministrare i piccoli comuni che non orbitano nella prima fascia torinese diventa ogni giorno sempre più complicato perchè, soprattutto dopo la trasformazione dell’ex provincia di Torino in Città Metrolipolitana (il cui consiglio è presieduto dal sindaco di Torino) a ottenere benefici sono soprattutto i centri abitati che confinano con il capoluogo. A ribadire il concetto è stato Giambattistino Chiono, candidato a sindaco della lista civica “Obiettivo Comune” di Busano nel corso della presentazione ufficiale che ha avuto luogo nella serata di giovedì 9 maggio in un noto ristorante della zona.

L’essere una sola lista che si presenta alle elezioni amministrative, checchè si possa pensare, non sempre cosituisce una facilitazione perchè nel caso specifico se non raggiungerà il quorum del 50% più 1 degli aventi diritto al voto, il Comune sarà inevitabilmente commissariato. Nel corso della presentazione, il primo cittadino uscente ha invitato i presenti (la sala era gremita) a recarsi alle urne soprattutto nell’interesse della comunità. La squadra che sostiene la candidatura di Chiono è quanto mai variegata: accanto agli amministratori riconfermati figurano diversi e giovani volti nuovi al debutto in campo amministrativo.

A “rompere il ghiaccio” è stato l’avvocato Stefano Antonio Freilone, 42 anni, di professione avvocato, residente a Busano da una ventina di anni, che si è soffermato sul tema dello sviluppo e crescita dei piccoli comuni canavesani.

Ha poi preso la parola l’architetto e assessore uscente Federica Marchetto, che evidenziamo come, in caso di vittoria, ha evidenziato come, in caso di vittoria, la prossima amministrazione comunale ha intenzione di installare nuovi cestini dei rifiuti, nuove fioriere e nuove panchine. E non è tutto: l’impegno del prossimo esecutivo sarà quello di proseguire nella realizzazione del “marciapiede e pista ciclabile” nel tratto compreso tra la farmacia e la rotonda di via Stefano Bruda, dal cimitero a via Carlo Pomatto e dal campo sportivo verso via Valperga; nel programma sono compresi la costruzione di un’area verde attrezzata tra piazza San Tommaso e via Matteotti, il mantenimento e la risistemazione di tutte le aree verdi, piazze, rotonde e l’installazione di una nuova fontanella pubblica nel parco giochi di via Gobetti

Dal canto suo la restauratrice di opere d’arte Sara Bertella, consigliere uscente all’Istruzione ha ribadito che è previsto il mantenimento delle tariffe relative alla mensa scolastica e dello scuolabus, il proseguimento dei corsi di nuoto e delle attività sportive rivolte ai ragazzi e ha, infine confermato, l’organizzazione dei centri estivi “Estate Ragazzi” ed “Estate bimbi” per la durata di 5 settimane.

La presentazione è proseguita con Tommaso Patriarca, geometra edile di professione commerciante. Pur non essendo stato eletto nello scorso mandato elettorale, Patriarca ha affiancato l’amministrazione uscente nelle iniziative intraprese e ha evidenziato come l’impegno della prossima amministrazione punterà sulla viabilità e illuminazione pubblica, sul monitoraggio e la e la manutenzione delle strade asfaltate, sulla realizzazione della rotonda di via Valperga che avrà luogo in collaborazione con la Città Metropolitana.

Toccherà anche Comune contribuire allo stanziamento dei fondi necessari per la costruzione della rotatoria come ha precisato Giambattistino Chiono. Tommaso Patriarca ha annunciato anche è prevista la realizzazione di dossi a piastra per la sicurezza dei pedoni, la sostituzione dei vecchi corpi illuminanti con nuovi a led e l’adesione al progetto “Piazza Wi-Fi Italia”.

Fanno inoltre parte della lista civica “Obiettivo Comune” Carlo Vassallo, responsabile amministrativo e una vita trascorsa nelle associazioni locali come la compagnia teatrale “Gnet at Busan”, la Pro loco, la Protezione civile e nella Fidas;

Antonio Panetta, pensionato, grande appassionato di Sport;

Fabrizio Doglio, consigliere uscente, che si è soffermato sul tema del rilancio degli eventi e delle manifestazioni;

Leonardo Corbo, artigiano, vicesindaco uscente, impegnato da sette legislature nell’amministrazione comunale;

Sara Pomatto, 21 anni, studentessa universitaria che si occuperà del delicato settore delle Politiche giovanili;

Ornella Pomatto, imprenditrice, consigliere uscente, da anni particolarmente impegnata nel vitale e ricco tessuto associativo del comune, ha sottolineato l’attenzione nei confronti delle iniziative di solidarietà

Giambattistino Chiono, non è soltanto un amministratore di lungo corso: è anche un uomo che ha saputo vedere al di là delle cose e ha sostenuto in “solitaria” battaglie che parevano perdute in partenza: è il caso del Lodo Asa che avrebbe costretto l’amministrazione a “sborsare” 1 milioni e mezzo di euro (si attende la sentenza della Corte di Appello di Torino) ma si spera in una soluzione positiva, ed è anche il caso anche dei “deleteri accorpamenti” riferiti alla raccolta dei rifiuti e alla distribuzione dell’acqua gestita dalla società Smat che costringono i contribuenti a pagare tariffe spropositate.

Tutti temi complessi e delicati che il candidato sindaco continuerà ad affrontare nel giungere a una soluzione soddisfacente per tutti i residente nei comuni dell’Alto Canavese.

Leggi anche

19/10/2019

Tragico incidente stradale sull’ex statale 460 tra Leinì e Lombardore: due morti e quattro feriti

Due morti e quattro feriti: è il tragico bilancio di un terribile incidente stradale che ha […]

leggi tutto...

19/10/2019

Ivrea, detenuto 35enne tenta di impiccarsi in cella. Salvato in extremis dalla polizia penitenziaria

Un detenuto italiano di origini sudafricane, 35enne, in carcere per omicidio, condannato all’ergastolo (ergastolo), mentre si […]

leggi tutto...

19/10/2019

Il presidente della Regione Alberto Cirio visita le eccellenze imprenditoriali del territorio canavesano

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio si è recato nella mattinata di giovedì 17 ottobre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy