Burolo, una ragazza di 25 anni si taglia la gola al supermercato. Shock alle casse del Carrefour

Burolo

/

04/02/2017

CONDIVIDI

L'atto è stato fulmineo. La giovane è stata soccorsa dai famigliari e dal personale del supermercato. Inutili i soccorsi. La perdita di sangue è stata troppo copiosa

Una tragedia inaspettata, senza un’apparente ragione: una ragazza di 25 anni, residente con la famiglia a Bollengo, ha deciso di togliersi la vita al Carrefour di Burolo, mentre era in coda alla cassa, sotto gli occhi dei famigliari e di numerosi clienti. E’ accaduto nella mattinata di sabato 4 febbraio intorno alle 10,00. Uno shock per tutti, soprattutto per la modalità scelta per farla finita una volte per tutte: secondo una prima e provvisoria ricostruzione pare che la ragazza si sia tagliata la gola con il coperchio a strappo di una scatoletta metallica di tonno che avrebbe afferrato e tolto dal carrello della spesa.

A soccorrere la giovane sono stati i famigliari, alcuni clienti e il personale del Carrefour che ha immediatamente chiamato il 118. Il personale sanitario è giunto sul posto in pochissimi minuti ma quando hanno soccorso la ragazza questa era già morta a causa della copiosa perdita di sangue. Un dramma inatteso, imprevedibile, fulmineo al quale si cerca di dare una spiegazione. Il padre, medico dentista ha cercato di arrestare l’emorragia ma senza riuscirvi. Sul posto sono anche intervenuti i carabinieri della Compagnia di Ivrea. I sanitari del 118 hanno anche dovuto soccorrere la madre, una donna di 60 anni, di professione fisioterapista, colpita da malore a causa dello shock.

La scena che si è presentata agli occhi dei soccorritori era più che drammatica: schizzi di sangue dappertutto e gente, tanta gente che urlava per lo spavento provato. Si ipotizza ipotizzato che il suicidio sia da addebitarsi a una forma depressiva per la quale la ragazza era in cura. Le indagini proseguono per capire per quale reale ragione la giovane ha deciso di togliersi la vita. Al momento non sussistono elementi che giustifichino un atto così estremo.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea: un guasto tecnico blocca il servizio di emodinamica. I pazienti costretti a emigrare

Il gruppo di continuità che assicura l’erogazione di energia in caso di interruzione dell’erogazione di energia […]

leggi tutto...

San Giorgio Canavese

/

15/12/2017

San Giorgio: da lunedì 18 la Media ospiterà gli alunni della scuola chiusa per il monossido di carbonio

Da lunedì 18 dicembre gli scolari della scuola elementare di San Giorgio Canavese, potranno tornare a […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

15/12/2017

Cuorgnè: autobotti Smat prelevano dall’acquedotto per dissetare le Terre Alte in preda alla siccità

Il Canavese ha sete e da circa cinque mesi le autobotti della Smat prelevano l’acqua dall’acquedotto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy