Buoni pasto: la Regione Piemonte al tavolo convocato a Roma sul fallimento di “Qui! Group”

Torino

/

21/09/2018

CONDIVIDI

Incontro al Ministero dello Sviluppo Economico anche sulla questione dei crediti per 322 milioni di euro vantati dagli esercizi commerciali

L’assessorato al Lavoro della Regione Piemonte ha partecipato ieri al tavolo convocato al ministero dello sviluppo economico su “Qui! Group”, la società che si occupa della fornitura di buoni pasto dichiarata fallita lo scorso 6 settembre con un debito complessivo di 326 milioni di euro, di cui circa 200 milioni nei confronti degli esercizi convenzionati. Nel corso dell’incontro è stato affrontato il tema dei 187 dipendenti diretti della società (di cui uno in Piemonte), attualmente sospesi nell’ambito della procedura fallimentare.

E’ stata inoltre posta la questione, che sarà oggetto di un ulteriore incontro in programma il 1° ottobre prossimo, dei crediti vantati nei confronti della società dagli esercizi commerciali.

“Questo è l’aspetto più preoccupante nella nostra regione, anche se non sono da sottovalutare le ripercussioni occupazionali che l’eventuale fallimento delle altre società del gruppo potrebbero avere sulle aziende piemontesi – afferma l’assesore al Lavoro Gianna Pentenero -. Insieme all’assessore al Commercio Giuseppina De Santis stiamo seguendo con grande attenzione la questione. La Regione Piemonte sarà naturalmente presente all’incontro del 1° ottobre, disponibile a valutare insieme al ministero le soluzioni che sul fronte creditizio e occupazionale potranno essere messe in campo”.

Dov'è successo?

Leggi anche

02/04/2020

I sindaci canavesani potranno accedere alla piattaforma per il monitoraggio del Covid-19

I sindaci del Canavese e le Forze dell’Ordine del territorio hanno un nuovo strumento tecnologico per […]

leggi tutto...

02/04/2020

Emergenza Coronavirus: oggi giornata nera in Piemonte. 94 i morti. Salgono a 217 i guariti

Sono saliti a 217 i pazienti guariti dal Covid-19. l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha […]

leggi tutto...

02/04/2020

Rivarolo: va in Posta con la tuta anti nucleare e la maschera antigas. Pesce d’aprile in ritardo?

L’utente si è diligentemente messo in coda, mantenendo la distanza prevista dal decreto sicurezza, indossando una […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy