Bufera sul Canavese. Alberi abbattuti dal vento, pioggia battente e neve a bassa quota

Chiaverano

/

23/05/2016

CONDIVIDI

Il centralino dei vigili del fuoco, questa mattina è stato subissato dalle chiamate di residenti in numerosi comuni

Il bollettino meteo aveva preannunciato che un’ondata di maltempo avrebbe colpito le regioni settentrionali, Piemonte e Canavese compresi, ma nessuno si aspettava che avrebbe portato pioggia battente, un vento così violento e copiose nevicate. E’ una vera a propria bufera quella che, da questa mattina, si è abbattuta sull’intero Canavese, dalle Valli Orco e Soana a Chivasso. Il centralino dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine, da questa mattina sono tempestate di chiamate di cittadini che segnalano allagamenti e alberi pericolanti.

Anche l’autostrada Torino-Aosta non è stata risparmiata. Un albero è crollato sulla bretella che collega Ivrea a Santhià ostruendo in parte la carreggiata. Per fortuna non si sono registrati danni alle persone e alle auto in transito. Sul posto sono intefvenuti il personale dell’Ativa, la società che gestisce la tratta autostradale e gli agenti della polizia stradale. Per tutta la mattina il traffico sull’arteria di collegamento tra le autostra Torino-Milano e la Torino-Aosta è stata interdetta al traffico pesante a causa delle forti raffiche di vento. Ingenti danni anche a Ivrea dove la furia degli elementi ha divelto diversi alberi. Danneggiata anche la recinzione dell’impianto sportivo di San Giovanni. Sono stati segnalate piante pericolanti anche in corso Massimo d’Azeglio. Numerose squadre dei vigili del fuoco permanenti di Ivrea e quelle volontarie dei distaccamenti di Rivarolo Canavese e di Cuorgnè, sono intervenuti, su chiamata dei residenti e dei vigili urbani a Foglizzo, Strambino, Chiaverano, Vische, Cascinette e Vico Canavese.

Nevicate a bassa quota invece sui rilievi alpini. In Valle Orco la temperatura è scesa, incredibilmente, sotto i zero gradi. Una vera e propria emergenza durata diverse ore. In serata la perturbazione dovrebbe allontanarsi per lasciare spazio al bel tempo e a giornate soleggiate. Venerdì è prevista una vera ondata di caldo con picchi di 25 gradi centigradi.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/01/2018

Leinì, donna entra al Pam e ruba cinque bottiglie di champagne. Invece di fare festa è finita in carcere

E’ entrata nel centro commerciale Pam di Leinì già con l’intenzione di rubare quelle cinque bottiglie […]

leggi tutto...

16/01/2018

Favria, rivoluzione in Comune. Parte l’informatizzazione degli uffici. Investiti 59mila euro

Il Comune di Favria ha avviato un progetto di informatizzazione degli uffici comunali che andrà avanti […]

leggi tutto...

16/01/2018

Ivrea, i teppisti riempiono di schiuma le auto in sosta. La Lega Nord: “In città troppi atti vandalici”

Troppi atti vandalici in città e la Lega Nord Canavese ritiene che sia ora di porre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy