Brandizzo, telefona ai carabinieri: “Venite, ho ucciso mio cognato”. Ma era un falso allarme

Brandizzo

/

12/12/2015

CONDIVIDI

I militari hanno rintracciato la presunta vittima che stava benissimo. L'autore della chiamata rischia la denuncia per procurato allarme

La drammatica telefonata era giunta al centralino del 112 nella serata di ieri poco prima delle 20,00. Una voce maschile e concitata aveva affermato: “Ho ucciso mio cognato, venite!” L’allarme è scatta immediato. I carabinieri iniziano le ricerche. Poco dopo la telefonata viene  effettuata decine di volte anche al 112, ai vigili del fuoco e al 118. Gli investigatori hanno iniziato a controllare: la prima telefonata era partita da Brandizzo, le altre da diverse zone di Torino.

Ci sono volute alcune ore per rintracciare e fermare il presunto omicida. L’uomo ha 57 anni ed è conosciuto dalle forze dell’ordine. In poco tempo si è scoperto che non aveva ucciso nessuno. I carabinieri hanno fatto in fretta a verificare: non appena ricevuta la telefonata si sono recati nell’abitazione di Brandizzo che l’uomo al telefono aveva indicato come teatro dell’omicidio. La casa era perfettamente in ordine e non c’era traccia di sangue.

I militari hanno tentato di rintracciato telefonicamente la presunta vittima. Appurato che non era stato commesso nessun delitto, gli uomini dell’Arma si sono messi alla ricerca dell’uomo che aveva effettuato la telefonata e lo hanno ritrovato, dopo alcune ore, in pieno centro a Torino. Non ha spiegato per quale ragione aveva telefonato e adesso rischia la denuncia per procurato allarme.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/01/2018

Leinì, donna entra al Pam e ruba cinque bottiglie di champagne. Invece di fare festa è finita in carcere

E’ entrata nel centro commerciale Pam di Leinì già con l’intenzione di rubare quelle cinque bottiglie […]

leggi tutto...

16/01/2018

Favria, rivoluzione in Comune. Parte l’informatizzazione degli uffici. Investiti 59mila euro

Il Comune di Favria ha avviato un progetto di informatizzazione degli uffici comunali che andrà avanti […]

leggi tutto...

16/01/2018

Ivrea, i teppisti riempiono di schiuma le auto in sosta. La Lega Nord: “In città troppi atti vandalici”

Troppi atti vandalici in città e la Lega Nord Canavese ritiene che sia ora di porre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy