Borgofranco d’Ivrea: no del sindaco Livio Tola al wi-fi nella scuola, che rimane esclusa dalla banda larga

Borgofranco d'Ivrea

/

23/10/2017

CONDIVIDI

Il primo cittadino aveva fatto disinstallare, non senza polemiche, il wireless dalla scuola un anno e mezzo fa

No al wi-fi nelle scuole perchè provoca un dannoso inquinamento elettromagnetico. Lo ha deciso il sindaco di Borgofranco d’Ivrea Livio Tola, ribadendo in questo modo una presa di posizione che già lo scorso anno aveva fatto discutere ed era finita alla ribalta dei giornali.

Il diniego espresso dal sindaco per l’installazione dell’impianto wi-fi (il primo cittadino lo fatto disinstallare un anno e mezzo fa), di fatto esclude la scuola del paese dal progetto “Senza fili, senza confini” e che prevede, al costo di 80 euro annui pro-capite, la tanto sospirata banda larga in otto comuni dell’Eporediese: Andrate, Carema, Chiaverano, Nomaglio, Lessolo, Montalto Dora e Settimo Vittone.

Il primo cittadino non è disponibile a tornare sui suoi passi perchè, come ha spiegato, per quanto comprenda che il wireless sia utile, la sua presenza genera inquinamento elettromagnetico e costituirebbe, quindi, un pericolo per la pubblica incolumità.

Dov'è successo?

Leggi anche

06/06/2020

Previsioni meteo: in Piemonte è allerta gialla per il maltempo. Possibili temporali e grandinate

Continua l’instabilità climatica che caratterizza questo fine settimana grazie alla vasta depressione di origine scandinava ed […]

leggi tutto...

06/06/2020

Quincinetto: cani da caccia bloccati in montagna. Salvati dai coraggiosi tecnici del Soccorso Alpino

Hanno fatto ricorso a tutta la loro esperienza e professionalità per salvare tre cani da caccia […]

leggi tutto...

06/06/2020

Coronavirus in Piemonte: 38 nuovi contagi e un decesso nelle ultime 24 ore. Oltre 20mila i guariti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, sabato 6 giugno, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy