Borgofranco d’Ivrea: no del sindaco Livio Tola al wi-fi nella scuola, che rimane esclusa dalla banda larga

Borgofranco d'Ivrea

/

23/10/2017

CONDIVIDI

Il primo cittadino aveva fatto disinstallare, non senza polemiche, il wireless dalla scuola un anno e mezzo fa

No al wi-fi nelle scuole perchè provoca un dannoso inquinamento elettromagnetico. Lo ha deciso il sindaco di Borgofranco d’Ivrea Livio Tola, ribadendo in questo modo una presa di posizione che già lo scorso anno aveva fatto discutere ed era finita alla ribalta dei giornali.

Il diniego espresso dal sindaco per l’installazione dell’impianto wi-fi (il primo cittadino lo fatto disinstallare un anno e mezzo fa), di fatto esclude la scuola del paese dal progetto “Senza fili, senza confini” e che prevede, al costo di 80 euro annui pro-capite, la tanto sospirata banda larga in otto comuni dell’Eporediese: Andrate, Carema, Chiaverano, Nomaglio, Lessolo, Montalto Dora e Settimo Vittone.

Il primo cittadino non è disponibile a tornare sui suoi passi perchè, come ha spiegato, per quanto comprenda che il wireless sia utile, la sua presenza genera inquinamento elettromagnetico e costituirebbe, quindi, un pericolo per la pubblica incolumità.

Dov'è successo?

Leggi anche

18/10/2019

Pont Canavese: riprendono le ricerche per risolvere il “giallo” della scomparsa di Elisa Gualandi

Svanita nel nulla: il “giallo” che circonda la scomparsa di Elisa Gualandi, 54 anni, impiegata al […]

leggi tutto...

18/10/2019

Piemonte e Canavese: 35 milioni dal ministero dell’Ambiente contro il rischio idrogeologico

Sono quasi 35 i milioni di euro assegnati dal Ministero dell’Ambiente al Piemonte per la mitigazione […]

leggi tutto...

18/10/2019

Il Canavese al Rallylegend di S. Marino: l’equipaggio Diaco-Sparvieri conquista il 3° posto di classe

Successo canavesano al Rallylegend di San Marino. L’equipaggio canavesano Diaco-Sparvieri, firmato Team Fast Drivers, ha conseguito […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy