Borgiallo, fuga di monossido di carbonio. Intossicata una famiglia. Il più grave è il padre

12/02/2020

CONDIVIDI

La famiglia è stata trasportata all'ospedale di Ciriè a bordo delle autoambulanze del 118. Indagano i carabinieri

Rischiata la tragedia a Borgiallo a causa della probabile fuoriuscita di monossido di carbonio causata da un possibile malfunzionamento di una stufa a gas. È accaduto nella notte tra martedì 11 e mercoledì 12 febbraio in via Luinengo Cossi a Borgiallo in Valle Sacra. Intossicati un uomo, il figlio di tre anni che si trovava al piano superiore dell’abitazione insieme alla madre che pare non abbia accusato nessun malessere. L’allarme è scattato intorno all’una di notte.

La famiglia è stata trasportata all’ospedale di Ciriè a bordo delle autoambulanze del 118. L’uomo è rimasto gravemente intossicato. Sul posto sono tempestivamente intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento volontario di Cuorgnè e di quello permanente di Ivrea insieme ai colleghi del Nucleo Nbcr di Torino specializzato nella fuga di gas pericolosi e sostanze chimico-radioattive.

Sulla dinamica dell’accaduto stanno indagando i tecnici dei vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Ivrea. (Immagine di repertorio).

Leggi anche

27/05/2020

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti

Coronavirus: nel ponte del 2 giugno in Piemonte mascherine obbligatorie anche negli spazi aperti. Da venerdì […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale

Coronavirus: la Regione stanzierà 7 milioni di euro per la ripartenza del comparto artigianale. “Giusta e […]

leggi tutto...

27/05/2020

Coronavirus: oggi nessun morto di Covid in Piemonte. Stabili i contagi. Si svuotano gli ospedali

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, mercoledì 27 maggio i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy