Borgaro: terrore nella casa di riposo per un allarme bomba. Trasferiti oltre un centinaio di anziani

Borgaro

/

05/05/2016

CONDIVIDI

Artificieri e carabinieri non hanno trovato nessun ordigno. Un anonimo ha telefonato sia al 115 che alla struttura per anziani

La telefonata anonima è giunta al centralino del 115 alle nove di questa mattina annunciando la presenza di una bomba in procinto di esplodere nella casa di riposo “casa Mia” di Borgaro. La stessa telefonata è stata effettuata al centralino della struttura per anziani.

Il piano di emergenza è immediatamente scattato: i 116 anziani presenti nella casa di riposo sono stati trasferiti in tempi rapidi nella vicina palestra del Centro Sportino messa a disposizione dell’amministrazione comunale, mentre da Torino è giunta una squadra di esperti artificieri. Sul luogo sono anche intervenuti i carabinieri della stazione di Caselle e della Compagnia di Venaria, i tecnici del comune di Borgaro, gli agenti della polizia municipale e Claudio Gambino sindaco della città.

Gli accurati controlli effettuati dalle forze dell’ordine non hanno riscontrato la presenza di nessun ordigno. Il falso allarme ha comunque seminato panico e terrore tra gli ospiti. La struttura per anziani è gestita da una società francese.

I carabinieri stanno attivamente indagando per risalire all’autore della telefonata che, per alcune ore, ha fatto temere il peggio.

Dov'è successo?

Leggi anche

25/09/2018

“Strada Gran Paradiso”: la visita al castello di Valperga conclude le escursioni di fine estate

Ultimo fine settimana di settembre e ultima escursione di fine estate-inizio autunno per Strada Gran Paradiso. […]

leggi tutto...

Volpiano

/

25/09/2018

Volpiano: alla scuola di musica della Filarmonica il nome del presidente dell’Anbima Piero Cerutti

Volpiano ha ricordato Piero Cerutti, il presidente provinciale dell’Anbima, l’associazione nazionale che rappresenta le bande musicali […]

leggi tutto...

San Giusto Canavese

/

25/09/2018

San Giusto, l’appello di “Libera” sulla villa confiscata ad Assisi: “Sia restituita alla collettività”

Ancora un Appello di Libera Piemonte riguardante la villa che era di proprietà del narcotrafficante latitante […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy