Borgaro: minorenni giocavano alle slot machine. Sala Bingo chiusa e multe per 73mila euro

Borgaro

/

06/12/2016

CONDIVIDI

Durante il blitz della polizia, sono state "pizzicate" due ragazze di 16 e 17 anni insieme alle madri. Contestate violazioni e illeciti amministrativi

Ha dovuto sborsare ben ventimila euro la titolare di una sala Bingo di Borgaro Torinese quando gli agenti della polizia di Stato hanno “pizzicato” nel locale due ragazze rispettivamente 16 e 17 anni intente a giocare, insieme alle madri, alle video lottery.

Il blitz ha avuto luogo nel locale che è situato in via Lanzo. La sanzione amministrativa è stata comminata all’esercente perché ha consentito alle minorenni di partecipare a giochi pubblici con vincita di denaro, in aperta violazione della normativa vigente.

E non è tutto: in seguito a successivi e accurati controlli sono emerse anche diverse anomalie relative all’aspirazione del fumo delle sigarette e sull’assenza del materiale informativo obbligatorio predisposto e distribuito dall’Azienda Sanitaria locale che ha l’obiettivo di mettere in evidenza i rischi correlati al gioco e segnalare, nel contempo, la presenza dei servizi di assistenza dedicati alla cura delle patologie correlate alla ludopatia e al Gap (Gioco d’azzardo patologico).

In base alle violazioni accertate la titolare della sala giochi dovrà anche pagare due altre sanzioni amministrative: 3.300 euro nel primo caso e 50mila euro nel secondo.

In sintesi tra inadempienze e illeciti amministrativi la proprietà dovrà non soltanto pagare 73mila euro ma tenere anche il locale chiuso per dieci giorni. Il provvedimento è stato notificato dagli agenti della polizia amministrativa e sociale.

Dov'è successo?

Leggi anche

27/02/2020

Ferrovie, dal 28 febbraio parte l’erogazione del “bonus pendolari” per i viaggiatori piemontesi

Ferrovie, dal 28 febbraio parte l’erogazione del “bonus pendolari” per i pendolari piemontesi. Prende il via […]

leggi tutto...

27/02/2020

Emergenza sanitaria: nelle tende pre-triage si gela. Il NurSind: “Gl’infermieri rischiano la polmonite”

La polmonite? Gl’infermieri impegnati nei servizi di pre-triage per la gestione dell’emergenza sanitaria rischiano di contrarla […]

leggi tutto...

27/02/2020

L’Unione dei comuni montani sul coronavirus: “Basta con le restrizioni, torniamo alla normalità”

“Uncem, con i sindaci dei Comuni montani, ringrazia quanto fatto nell’ultima settimana dalla Protezione Civile, dalle […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy