Borgaro: quattro esponenti del Pd locale indagati dalla procura di Ivrea con l’accusa di peculato

Borgaro

/

17/06/2016

CONDIVIDI

L'indagine è partita da un esposto presentato dalla minoranza di centrodestra. Il municipio sarebbe stato utilizzato per fini elettorali

Sono stati iscritti nel registro degli indagati della procura di Ivrea, con l’ipotesi di accusa di peculato. Si tratta di quattro esponenti del Pd di Borgaro. Gli inquirenti precisano si tratti di un atto dovuto, che rientra nel contesto delle indagini che la procura sta effettuando sul presunto utilizzo ai fini elettorali delle strutture del municipio borgarese. Ad essere indagati (nessuno di loro ha ancora ricevuti l’avviso formale di apertura delle indagini) sarebbero l’ex sindaco Vincenzo Barrea, consigliere della Città Metropolitana, l’assessore al Bilancio Luigi Casotti, il capogruppo di maggioranza Beppe Ponchione e il segretario del Circolo del Pd borgarese Marco Ricci.

L’accusa è quella di aver utilizzato il palazzo municipale per svolgere attività di partito. E non tutto: gl’indagati si sarebbero serviti delle linee telefoniche municipali per attività legate a quelle del partito. In particolare l’ex sindaco Vincenzo Barrea, nel corso della campagna elettorale del 2014 avrebbe fatto uso delle linee telefoniche pubbliche. L’indagine ha preso l’avvio da un esposto presentato dall’opposizione di centrodestra “Gruppo Latella” che è stato inoltrato anche alla Corte dei Conti di Torino. Ad originare l’esposto che dato il via alle indagini, sarebbero state le immagini fotografiche mostrate in consiglio comunale da un ex attivista del Pd borgarese che ritraevano i quattro indagati all’interno del municipio.

Le fotografie, a giudizio di chi ha sottoscritto gli esposti, dimostrerebbero inequivocabilmente l’utilizzo del Palazzo Civico per fini non istituzionali. Tra l’altro il “Gruppo Latella” aveva chiesto all’amministrazione la documentazione inerente le presunte telefonate effettuate nel corso della campagna elettorale. Ma nulla è stato consegnato.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy