Borgaro: i ladri gli rubano valori e due fucili. Da vittima un pensionato diventa imputato

Borgaro

/

01/04/2017

CONDIVIDI

Le armi erano regolarmente denunciate. L'uomo è stato condannato a pagare 600 euro di multa per non aver comunicato il cambio di domicilio

Possedeva due fucili regolarmente denunciati ma non aver comunicato il cambio di domicilio è costato caro a un pensionato di 69 anni residente a Caselle che è stato condannato dal giudice monocratico del tribunale di Ivrea a pagare un’ammenda di 600 euro. Questo, in sintesi, il fatto: alla fine di gennaio del 2015 l’uomo, dopo aver subito l’ennesimo furto nella cascina di sua proprietà a Borgaro, dove si era temporaneamente trasferito da Caselle, ha chiamato i carabinieri.

Tra la refurtiva trafugata dai ladri c’erano anche due fucili, regolarmente detenuti, che il pensionato teneva nascosti sotto alcuni cuscini. Il problema è insorto quando i carabinieri si sono resi conto che quei fucili dovevano trovarsi nella casa di Caselle. L’uomo si è scusato e non ha più ripensato all’episodio.

Qualche mese dopo è giunta l’amara sorpresa: un avviso di garanzia. L’uomo si è rivolto ovviamente a un avvocato e da vittima si è trasformato, suo malgrado, in un imputato. Il giudice lo ha condannato a 600 euro di multa mentre la pubblica accusa aveva chiesto la condanna a un mese. Se non avesse chiamato i carabinieri per denunciare il furto, il pensionato di Caselle non si sarebbe trovato in questa incresciosa situazione.

Dov'è successo?

Leggi anche

15/01/2018

Dal 15 gennaio il trolley dei passeggeri Ryanair deve essere imbarcato. Scoppia la protesta

I trolley da lunedì 15 gennaio non saranno più considerati bagaglio a mano e dovranno essere […]

leggi tutto...

15/01/2018

McDonald’s apre un ristorante a Chivasso e assume 40 giovani. Già aperte le selezioni on line

McDonald’s sbarca anche a Chivasso con l’apertura di un nuovo ristorante a Chivasso: in questo particolare […]

leggi tutto...

15/01/2018

Il Ponte Preti non è a rischio crollo. La Città Metropolitana: “Va sicuramente controllato”

Nei giorni scorsi, la II Commissione Consiliare Lavori pubblici della Città metropolitana di Torino ha esaminato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy