Borgaro, la mostra sui nomadi deportati non si farà. Il sindaco Gambino: “Sarebbe ipocrita”

Borgaro

/

26/01/2017

CONDIVIDI

La presenza del grande campo rom alle porte della città da anni scatena vivaci polemiche e accese proteste da parte dei residenti

A Borgaro la presenza del campo nomadi rom è da anni fonte di accese polemiche: tanto accese che, il sindaco Claudio Gambino ha deciso che la mostra sui nomadi rom e sinti deportati di Borgaro non si farà. Il motivo? “Farlo sarebbe ipocrita” ha sentenziato il primo cittadino nel respingere la proposta avanzata dall’associazione “Aizo” riguardante l’allestimento della mostra.

D’altro campo la presenza del camp nomadi di strada dell’Aeroporto, che sorge proprio alle porte di Borgaro, da anni è fonte di accese polemiche a causa dei fumi tossici e dell’abusivismo che hanno scatenato in più occasioni le veementi proteste degli abitanti da Barriera Lanzo, Madonna di Campagna e color che risiedono in strada Bellacomba. Il diniego del sindaco Gambino non riguarda iniziative future: il primo cittadino si è dichiarato più che disponibile a organizzare eventi nel prossimo futuro.

Ma nella “Giornata della Memoria” proprio no. La proposta inerente la mostra prevedeva l’esposizione di una cinquantina di fotografie d’epoca nelle quali sono ritratti alcuni delle migliaia di morti che hanno fatto seguito alle rappresaglie nazi-fasciste nel corso della seconda guerra mondiale. In ogni caso la decisione del sindaco Claudio Gambino è destinato a surriscaldare gli animi di chi protesta contro la presunta discriminazione attuata nei confronti dei nomadi appartenenti alle due etnie.

Dov'è successo?

Leggi anche

03/06/2020

Coronavirus: durante l’emergenza pestilenziale boom delle truffe ai danni di indifesi anziani

Nelle ultime settimane, con l’inizio della Fase 2 legata all’emergenza sanitaria Covid-19, è ripreso il fenomeno […]

leggi tutto...

03/06/2020

Coronavirus in Piemonte: drastico calo dei nuovi contagi. Leggero aumento dei decessi in ospedale

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che oggi, mercoledì 3 giugno, i pazienti virologicamente guariti, […]

leggi tutto...

03/06/2020

A Ivrea “l’alba di un nuovo giorno per l’umanità”. L’artista Joey Guidone dona un’opera pittorica all’ospedale

A Ivrea “l’alba di un nuovo giorno per l’umanità”. L’artista Joey Guidone dona un’opera pittorica all’ospedale. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy