Borgaro: gli agenti della polizia locale indosseranno le “body cam” come i colleghi americani

27/01/2018

CONDIVIDI

Giubbotti antiproiettile, telecamere da indossare sulla divisa: il Comune investe sulla sicurezza degli operatori che vegliano sull'incolumità dei cittadini

Si chiamano “Body Cam” e sono telecamere che gli agenti della polizia minicipale potranno indossare, come già da anni fanno i poliziotti americani, per documentare ogni momento della loro attività e, nella fattispecie, gl’interventi per contrastare gli atti criminosi. Accade a Borgaro, dove l’amministrazione comunale sul finire dello scorso anno, ha deliberato di provvedere all’acquisto di due di queste telecamere in miniatura resistenti agli urti, all’acqua e alle temperature esterne, e di acuni giubbotti antiproiettile.

L’investimento che ammonta a 25mila euro, ha lo scopo di garantire una maggiore scurezza e operatività degli agenti di polizia locale che lavorano per garantire la sicurezza della collettività. Quello di Borgaro non è l’unico comune che ha deciso di effettuare questo tipo di investimento che potrebbe essere in futuro, implementato. Tra i diversi comuni che hanno adottato le “Body Cam” figura anche quello di Torino che ha avviato una sperimentazione che si è conclusa positivamente.

Il comando di polizia municipale è ora in attesa di un furgone Fiat Qubo completamente attrezzato e dotato di “Dash Cam”. E’ da sottolineare il fatto che, qualche mese fa, il Comune aveva acquistato alcune foto-trappole mobili per documentare l’attività illecita dei cittadini che abbandonano i rifiuti in ogni dove, urtando non poco la sensibilità della cittadinanza.

Le “Body Cam” funzioneranno soltanto quando lo deciderà l’operatore per documentare visivamente determinati episodi.

Dov'è successo?

Leggi anche

27/02/2020

Ferrovie, dal 28 febbraio parte l’erogazione del “bonus pendolari” per i viaggiatori piemontesi

Ferrovie, dal 28 febbraio parte l’erogazione del “bonus pendolari” per i pendolari piemontesi. Prende il via […]

leggi tutto...

27/02/2020

Emergenza sanitaria: nelle tende pre-triage si gela. Il NurSind: “Gl’infermieri rischiano la polmonite”

La polmonite? Gl’infermieri impegnati nei servizi di pre-triage per la gestione dell’emergenza sanitaria rischiano di contrarla […]

leggi tutto...

27/02/2020

L’Unione dei comuni montani sul coronavirus: “Basta con le restrizioni, torniamo alla normalità”

“Uncem, con i sindaci dei Comuni montani, ringrazia quanto fatto nell’ultima settimana dalla Protezione Civile, dalle […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy