Borgaro: scoperto il “furbetto” delle slot machines che cercava di aggirare i controlli

13/02/2018

CONDIVIDI

L'esercente usava un interruttore per interrompere l'alimentazione elettrica degli apparecchi che avrebbero dovuto essere spenti

Usava un interruttore per interrompere l’erogazione della corrente elettrica nel locale dove erano posizionati le slot machines: lo stratagemma ideato dall’esercente di un locale pubblico di Borgaro Torinese non ha però inganato gli agenti di polizia locale che hanno eseguito un controllo per verificare se l’ordinanza restrittiva che prevede per gli esercizi pubblici il rispetto di una distanza minima dai lui luogo “sensibili” come scuole e luoghi, ospedali e luoghi di culto.

Il “furbetto” delle slot machines, che avrebbero dovute essere spente, dovrà mettere mano al portafoglio e pagare una sanzione pecuniaria che va da un minimo euro 2mila ad un massimo di euro 6mila per ogni apparecchio per il gioco che è stato trovato in funzione.

Il controllo ha avuto luogo nella giormnata di martedì 13 febbraio e rientra nell’attività di controllo del rispetto della legge regionale, entrata in vigore lo scorso 20 novembre, che impone maggiori restrizioni rispetto alla legge nazionale.

Tutti gli apparecchi da gioco sono stati bloccati e sigillati.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

17/10/2018

Ivrea, aveva mostrato i genitali a due ragazze. Ventenne di Aosta condannato a 5 mesi

Aveva mostrato all’aperto, dopo averle seguite, i genitali a due ragazze: per questa ragione un ventenne […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

17/10/2018

Una raccolta fondi on line per far rivivere gli spazi “salesiani” a Cuorgnè e lo Stadio della Canoa a Ivrea

Il Comune di Cuorgnè ha tra gli obiettivi delle politiche giovanili la creazione e la riorganizzazione […]

leggi tutto...

Forno Canavese

/

17/10/2018

In Canavese si differenzia poco. La Città Metropolitana sanziona 28 Comuni per 700mila euro

In Alto Canavese si differenzia troppo poco. E allora scattano le multe. 700 mila euro di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy