Canavese: operaio cade dal tetto di un capanno e muore. Condannato presidente del Circolo

Ivrea

/

26/06/2019

CONDIVIDI

A perdere la vita era stato un uomo di 43 anni. Il responsabile del sodalizo condannato a una pena di due anni

Era precipitato dal tetto di un capanno adibito ad attrezzeria e aveva perso la vita: è morto così un operaio romeno di 43 anni che stava realizzando il capanno all’interno di un Circolo del Basso Canavese. Il giudice del tribunale di Ivrea Elena Stoppini ha condannato, al termine del processo penale, a due anni di reclusione il presidente del sodalizio per omicidio colposo.

Il giudice monocratico ha accolto in toto le richieste del pubblico ministero Alessandro Gallo. Il magistrato giudicante ha riconosciuto che tra la vittima e il presidente dell’associazione (difeso dall’avvocato Fabrizio Michelatti) era in essere un rapporto di lavoro.

Tra l’altro il responsabile del Circolo è stato condannato in solido con il sodalizio a versare una provvisionale esecutiva di 80 mila euro a favore del fratello della vittima. Il tragico incidente aveva avuto luogo il 24 marzo del 2015.

Leggi anche

19/10/2019

Tragico incidente stradale sull’ex statale 460 tra Leinì e Lombardore: due morti e quattro feriti

Due morti e quattro feriti: è il tragico bilancio di un terribile incidente stradale che ha […]

leggi tutto...

19/10/2019

Ivrea, detenuto 35enne tenta di impiccarsi in cella. Salvato in extremis dalla polizia penitenziaria

Un detenuto italiano di origini sudafricane, 35enne, in carcere per omicidio, condannato all’ergastolo (ergastolo), mentre si […]

leggi tutto...

19/10/2019

Il presidente della Regione Alberto Cirio visita le eccellenze imprenditoriali del territorio canavesano

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio si è recato nella mattinata di giovedì 17 ottobre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy