BASKET-SERIE A: LA MANITAL-TORINO PAGA DAZIO, FUORI CASA, ALLA DINAMO-SASSARI

Torino

/

10/04/2016

CONDIVIDI

La compagine torinese, dopo tre vittorie consecutive, perde in un macth incredibile, contro i padroni di casa campioni d'Italia e desiderosi di ipotecare i playoff

Partita incredibile quella andata di scena questa sera al PalaSerradimigni di Sassari. La Manital Torino, reduce da 3 vittorie consecutive era chiamata ad una difficilissima trasferta sul parquet dei Campioni d’Italia desiderosi, dopo una stagione altalenante, di ipotecare i playoff. Dopo 40 minuti di puro spettacolo i torinesi sono costretti ad arrendersi 112-98 davanti ad una Dinamo Sassari fenomenale dalla lunga distanza e, conseguentemente, ad interrompere la striscia vincente.

I sasseresi partono subito forte e con la mano calda; Torino è brava a ribattere colpo su colpo e il primo tempo, grazie ai due ottimi ex Eyenga e Dyson, è molto equilibrato. Nel terzo periodo, però, i sassaresi cambiano ritmo; con una difesa a tutto campo molto aggressiva Akognon e compagni recuperano palloni e volano in transizione punendo da tutte le parti del campo. Le percentuali da 3 punti dei biancoblù sono impressionanti e coinvolgono tutti i giocatori (17/25). I sardi vincono anche la lotta a rimbalzo e le palle recuperate ( rimb.30/20; p.r. 8/4).

La Manital prova a reagire ma il parziale di 34-21 del terzo periodo spacca il match in due e carica i sardi. Nell’ultima frazione, gli aggiustamenti in difesa dei torinesi permettono ai ragazzi di coach Vitucci di riportarsi fino al -8, ma ancora una volta le triple di Akognon e compagni ricacciano indietro le speranze dei torinesi, comunque bravi a continuare fino all’ultimo, e chiudono definitivamente il match.

CRONACA

Il match si apre con un’incredibile soluzione di Logan in mismatch. White ribatte prontamente dalla lunetta. Ancora Sassari dalla lunga distanza per il 5-2. Dyson accorcia in penetrazione ed Eyenga, dopo una bella circolazione di palla, mette a segno il canestro del +1 (5-6 a 7’18”). Formenti dai 6,75 ribalta il risultato e la partita prosegue a ritmi alti e in equilibrio. Dopo alcune azioni senza canestri, Varnado va a segno dal pitturato; White vendica subito i 2 punti con una schiacciata ma poi le 2 triple di Akognon e Kadji mandano i padroni di casa sul +6 (18-12 a 3’45”). I due ex, Dyson ed Eyenga portano i compagni sul -1 e Goulding, nell’azione successiva, manda la Manital in vantaggio con una tripla (18-20 a 2’32”).

Con un’ottima difesa, Torino recupera palla e va a segno con uno strepitoso aley oop del duo Dyson- Eyenga. Ci pensa Logan a scuotere i suoi: prima con una tripla e poi con un perfetto assist a Sacchetti, il play americano riporta la sua squadra in vantaggio di un punto. Stipcevic dalla lunetta allunga, ma la seconda tripla di Goulding porta di nuovo il pareggio. Negli ultimi 40 secondi show dalla lunga distanza. Logan velocissimo mette la bomba del +3, ma Torino non si scompone e, nell’ultima azione, uno scatenatissimo Goulding chiude il primo quarto con il pareggio (28-28). La seconda frazione si apre con 1 libero su 2 di White.

La Dinamo stringe le maglie in difesa, recupera palla e vola in contropiede con Akognon. Il tocco irregolare di Petway sul tiro di Rosselli vale 2 punti per i gialloblù; Alexander a segno facilmente ma Mancinelli, in reverse, si vendica subito. Due liberi di Akognon e la tripla di Petway portano i sardi sul +4 (37-33 a 6’50”). Rosselli si fa perdonare l’airball tentato anticipando un pallone e mandando Dyson in contropiede per un’azione da 3 punti che vale di nuovo il -1. Petway e Alexander in penetrazione mandano ancora i compagni a segno per il nuovo +5. White dalla lunetta accorcia, ma i sassaresi rispondono colpo su colpo. Eyenga, prima con 2 liberi e poi con una grande bomba, riporta la parità (43-43 a 2’20”). Stipcevic però non ci sta e nell’azione successiva si rende autore di un’azione da 3 punti (canestro più fallo). Quattro punti consecutivi di White ribaltano nuovamente il risultato (46-47 a 1’09”). Tocca a Formenti salire in cattedra: 6 punti consecutivi per il contro break che chiude il primo tempo sul 52- 49. Al ritorno dalla pausa lunga sono ancora i padroni di casa, nuovamente con una tripla, ad aprire le danze. Dyson, stoppato da Logan, recupera palla e fortunosamente buca la retina. Varnado da sotto e l’ennesima bomba di Akognon costringono coach Vitucci al time out sul +9 della Dinamo (60-51 a 8’14”). Al ritorno in campo la schiacciata di Dyson accorcia ma la difesa aggressiva sassarese rende difficile l’attacco torinese. Uno scatenatissimo Akognon continua a bucare la retroguardia gialloblù, ma è ancora Dyson, questa volta dai 6,75 a riportare i compagni sul -6. Mancinelli con il suo solito movimento guadagna ancora 2 punti, ma i sardi ormai sono incontenibili sia in attacco che in difesa e in poche azioni si portano sul vantaggio in doppia cifra (69-58 a 5’00”).

L’ennesima bomba di Akognon fa esplodere il PalaSerradimigni e manda in crisi i torinesi. Giachetti in arresto e tiro sblocca il punteggio dei gialloblù, ma 4 punti consecutivi di Kadji rendono nullo il tentativo di recupero e costringono nuovamente il coach della Manital a richiamare i giocatori (76-60 a 3’22”). parziale di 24-11. Al ritorno in campo mini break di 5-0 torinese firmato Ebi-Eyenga. Capitan Devecchi è precisodalla lunetta e Sassari è impressionante da 3. Due palle recuperate valgono 6 punti in pochissimi secondi per l’84-67 a 50” dalla fine. Lo sfondamento di Giachetti vale l’ennesimo extra possesso biancoblù che porta altri 2 punti di Stipcevic.

Il solito Dyson mette a segno un buzzer beater che chiude il terzo periodo 86-70. L’ultima frazione si apre con altri due punti dei padroni di casa. La Manital, in netta difficoltà prova a reagire con Ebi e Rosselli che mettono a segno 5 punti fondamentali. Akognon punisce ancora da oltre l’arco, ma stavolta la tripla viene annullata immediatamente dalla bomba di Dyson. Sempre Akognon indemoniato firma 3 punti dai 6,75; Ebi in schiacciata e Giachetti in penetrazione diminuiscono un po’ il gap (94-82 a 5’45”). Quattro punti di Giachetti dalla lunetta riportano i compagni sul -8, ma ancora una bomba, questa volta di Logan, annulla tutto. Alexander e Varnado firmano il contro break di Sassari. Torino prova a non mollare ma la Dinamo non sbaglia niente e non cede di un millimetro. Le buone triple di Goulding e Mancinelli non servono più a niente contro le furie padrone di casa; finisce 112 a 98 e Torino interrompe la striscia vincente.

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – MANITAL TORINO 112-98

Sassari

Petway 2, Logan 19, Formenti 12, Devecchi 8, Alexander 10, D’Ercole, Marconato ne, Sacchetti 2,

Akognon 30, Stipcevic 12, Varnado 6, Kadji 11; all. Pasquini

Torino

Dyson 24, White 12, Giachetti 6, Mancinelli 10, Rosselli 4, Fantoni ne, Kloof, Bottiglieri ne,

Eyenga 19, Goulding 12, Ebi 11; all. Vitucci

Leggi anche

21/11/2019

Caselle: malvivente ruba profumi al supermercato poi, fuggendo, urta con l’auto una guardia giurata

Rischia l’arresto per aver compiuto un furto, poi trasformatosi in rapina, per un bottino di 131 […]

leggi tutto...

21/11/2019

Ciriè: concessionaria abusiva in frazione Devesi. Multa da 10 mila euro al titolare. Auto sequestrate

L’autosalone era in attività ma dal punto di vista amministrativo non esisteva. Per questa ragione gli […]

leggi tutto...

21/11/2019

Favria: l’addio all’alpino “Meo” Castello spentosi all’età di 82 anni. Il ricordo di Giorgio Cortese

Si è spento all’età di 82 anni Marco Bartolomeo Castello (Meo). Cavaliere del lavoro, membro del […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy