BASKET: MANITAL BATTE IL PESARO E SI SALVA NELLA BOLGIA DEL PALARUFFINI

Torino

/

06/05/2016

CONDIVIDI

Partita dalla fondamentale importanza, l'ultima di serie A Beko 2015/2016 di "regular season" per la Manital Torino, chiamata alla vittoria per sperare nella permanenza nella massima serie, dopo 22 anni di assenza e al termine di un campionato a dir poco travagliato

Partita dalla fondamentale importanza, l’ultima di serie A Beko 2015/2016 di “regular season” per la Manital Torino, chiamata alla vittoria per sperare nella permanenza nella massima serie, dopo 22 anni di assenza e al termine di un campionato a dir poco travagliato. Sul parquet torinese del PalaRuffini avversari di giornata i pesaresi della Consultinvest, già salvi grazie ai 24 punti conquistati e al salto di qualità operato nella seconda parte della contesa di stagione. PalaRuffini gremito e assordante, come si conviene quando la posta in palio è così alta. 

Il primo quarto è caratterizzato da molta tensione sul parquet, con Torino poco incisiva da tre ma ben disposta in difesa. La tripla di Giachetti, quasi alla sirena, dà un pò di fiato al plotone, per il 17-12 dopo i primi 10 minuti.
Nei secondi 10 Torino si porta al massimo vantaggio sul 35-23 ma dilapida il divario in chiusura, complici due triple pesaresi che rimettono tutto in discussione. Ottimo impatto sul match di Giachetti. In torpore Dyson, autore di soli due punti. Unico in doppia cifra White (13).
Torino esce male dai blocchi e viene ripresa ad inizio terzo quarto sul 41-41. Poi reagisce, di forza, con Rosselli e Ebi su tutti, portandosi a +16. Il terzo quarto si chiude 61-51 e Torino ci crede.
L’ultimo quarto è quello della svolta, con Torino che scatta in modo perentorio dai blocchi e raggiunge proprio al termine il massimo vantaggio, +17. La vittoria l’ha colta. Ora attenzioni rivolte alle altre due partite fondamentali per la salvezza. Interminabili minuti. Alla fine sono quelli che portano all’esultanza. Torino è salva, con merito e rimane tra le grandi. Retrocede Bologna.

Primo quarto
Formazione di coach Frank Vitucci sul terreno di gioco con Dyson, Goulding, Eyenga, Mancinelli e White.
Pesaro con Lacey, Lydeka, Christon, Daye e Shepherd. Primi due punti degli ospiti, subito pareggiati da Dyson con perentoria incursione (2-2). Lydeka ancora da due (2-4). White con una schiacciata rimette le cose a posto ma sbaglia il supplementare (4-4). Mancinelli in lunetta nell’azione successiva per il primo vantaggio Torino (6-4). Pareggio di Pesaro dopo la prima tripla provata e sbagliata da Dyson. Dentro Rosselli per Eyenga dopo un’altra tripla sbagliata da Torino. White da due, per l’8-6 Torino. Sheperd centra la retina da due, ma Rosselli riporta avanti la sua formazione. Poi altro pareggio esterno (10-10). Mancano 4’20”. Le percentuali al tiro dicono della tensione in campo. Pesaro sbaglia molto ma Torino non ne approfitta. White da due per il nuovo vantaggio (12-10). Entra Ebi per Mancinelli, gravato di due falli e Daye mette i primi due punti della sua partita. Replica ancora White (14-12). Mancano 1’16” alla conclusione del primo quarto. La prima tripla dell’incontro è di Giachetti che porta Torino a +5 (17-12).

Secondo quarto
Apre Rosselli con un’entrata che vale due punti e un supplementare (19-12). Time-out chiesto da Pesaro. Rosselli a segno per il 20-12. Torino riconquista palla, con Giachetti. In campo anche Ebi, Goulding, White e Rosselli. Dentro Kloof per Goulding, mentre Pesaro riduce a 4 il disavanzo con due azioni da sotto in sequenza (20-16). Poi a due, per il primo time-out Torino sul 20-18. White in post basso, in bello stile (22-18). Bel recupero di Kloof, di forza. White, ancora lui, e Torino risale a +6. Esce White per rifiatare, sostituito da Mancinelli. Ebi in lunetta. Mancano 6’13”. Ne mette uno, per il 25-18. Daye ricuce, con un supplementare (25-21). Mancinelli da sotto, ben liberato da Giachetti (27-21). Giachetti a segno al termine di un coast to coast (29-21). Kloof in lunetta, per il +9 Torino, che ha rimesso intanto in campo Dyson al posto di un ottimo Giachetti. Pesaro riduce da sotto (30-23). Rosselli riporta a +9 i padroni di casa. Mancinelli a +11 dopo un altro grande recupero di Kloof in difesa (34-23). Time-out chiesto da Pesaro a 3’25” dalla conclusione. Mancinelli al terzo fallo e White in campo. Così Eyenga per Rosselli. Fallo tecnico fischiato a Pesaro, con White in lunetta (35-23). Possesso per i giocatori di casa, non sfruttato. Pesaro a -10. Goulding entra per Kloof. Lydeka riduce ancora (35-27). Time out chiesto da Frank Vitucci a 1’09 dal termine del primo tempo. Daye punisce da tre (35-30). Da due replica Goulding (37-30). Lacey da tre, per la conclusione sul 37-33 Torino. Ancora tutto in discussione.

Terzo quarto
Torino rientra con Ebi, Rosselli, White, Dyson e Goulding. Possesso di Pesaro in campo con Shepherd, Lydeka, Daye, Christon e Lacey. Dyson in lunetta per un due su due (39-33). Christom a segno per un gioco da tre (39-36). Lacey riporta sotto Pesaro (39-38). Goulding sbaglia l’ennesima tripla. Ebi da due per il 41-38. Pareggia Daye (41-41). Fallo subito in attacco da Dyson. Rimessa torinese e ancora Dyson in lunetta, per un altro due su due (43-41). Ebi da due dopo un grande recupero difensivo di Rosselli (45-41). Dyson subisce un colpo e rientra Giachetti che va subito in lunetta. Ne mette due per il 47-41. Ebi recupera palla su Daye e coglie altri due punti preziosi (49-41). Time-out Pesaro quando mancano 5’23” al termine del quarto. Dyson per Goulding. Pesaro in lunetta, ma non va. White con doppio giochetto per 4 punti preziosi e una serie di 12-0 Torino (53-41). Daye in lunetta mentre Rosselli lascia il posto a Kloof. Pesaro si riporta a -10 (53-43). Kloof alla tripla per il 56-43. Poi White con uno schiaccione, quello del 58-43. Mancinelli per White e Christon in lunetta per Pesaro (58-45). Dyson con un’azione degna del campione e un supplementare per il 61-45. Christom replica da due (61-47). Dyson ancora a secco da tre e Christon riporta a -12 i suoi. Chiude Pesaro ancora dalla lunetta con Candussi, per il 61-51.

Ultimo quarto
Ultima frazione con Giachetti, Mancinelli, Kloof, Dyson e Ebi nel quintetto torinese. E’ Kloof a mettere subito una tripla (64-51). Daye va ancora a segno dalla lunetta (64-53). Ne mette subito altri tre, per il 64-56. Time out chiesto da Torino quando mancano 6’57”. Christon in lunetta, ma fallisce. Riparte Torino che si riporta a +10 con Giachetti. Entra Rosselli proprio per Giachetti. Dyson commette infrazione di passi e Pesaro riparte, ma è Mancinelli in contropiede a ferire la difesa ospite (68-56). Time-out chiesto da Pesaro. Rosselli in lunetta, per un due su due (70-56). Daye replica ancora per gli ospiti (70-58). White supera quota 20, per il 72-58. Pesaro con Daye a -12. Poi Lacey per una tripla, quella del -9 Pesaro. Daye ancorqa da tre (72-66). Ci pensa Kloof a ridar fiato a Torino per il 74-66. White in lunetta a 2 minuti dal termine. Due su due per il 76-66. Poi Mancinelli in schiacciata per il 78-66. Mancano 1’45”. Mancinelli in lunetta, per il due su due (80-66). Mancinelli da tre per il massimo vantaggio Torino (+17) a 39 secondi dal termine (83-66). Finisce così.

MANITAL TORINO – CONSULTINVEST PESARO 83-66

Torino

Dyson 9, White 23, Giachetti 9, Mancinelli 15, Rosselli 9, Fantoni ne, Kloof 9, Blotto ne, Bottiglieri ne, Eyenga, Goulding 2, Ebi 7; all. Vitucci

Pesaro

Basile, Shepherd 4, Gazzotti, Lacey 8, Christon 15, Daye 25, Candussi 4, Lydeka 8, Ceron 2, Rosa;all. Paolini

Dov'è successo?

Leggi anche

Volpiano

/

20/09/2017

La “Canavesana” nel mirino di pericolosi vandali: copritombini di cemento sui binari

Non è la prima volta che accade che qualche imbecille collochi i copritombini in cemento sui […]

leggi tutto...

Agliè

/

20/09/2017

Agliè: bimba in ospedale per ustioni. Condannata la madre. Il giudice: non fu un incidente

A prima vista sembrava essere stato un incidente quello del quale era rimasta vittima una bimba […]

leggi tutto...

Venaria

/

20/09/2017

Venaria: un altro incidente in tangenziale. Auto si ribalta in strada. Una donna grave in ospedale

Un altro incidente stradale e, ancora una volta, un altro ferito che versa in gravi condizioni […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy