I banditi fanno saltare in aria la filiale Biver Banca di Strambino. Fallito, invece, un “colpo” a Barbania

Strambino

/

31/05/2017

CONDIVIDI

Dopo aver fatto saltare in artia il bancomat, i malviventi sono fuggiti con un bottino di quantificare

Dopo Caluso è toccato a Strambino e poi anche a Barbania: l’inafferrabile (al momento) “banda dei bancomat” ha colpito ancora facendo saltare in aria il bancomat della filiale Biver Banca che si trova in piazza della Repubblica a Strambino. E’ accaduto nella notte tra martedì 30 e mercoledì 31 maggio intorno alle quattro del mattino. La modalità usata è la solita; la cavità nella quale si trova l’impianto erogatore viene saturata di gas che viene fatto esplodere.

Il fragore della violenta esplosione ha svegliato i residenti di tutta la zona. I banditi si sono impossessati del bottino (che è ancora da quantificare) e sono fuggiti senza lasciare traccia. L’esplosione ha seriamente danneggiato la filiale e lo stabile che la ospita. Sull’ennesimo furto indagano i carabinieri della Compagnia di Ivrea.

Poco più tardi si è verificato un altro assalto, questa volta all’Unicredit di Barbania che si trova nella centrale piazza Umberto I. Il “colpo” non è riuscito: i malviventi devono essere stati disturbati da qualcuno e sono fuggiti precipitosamente abbandonato l’esplosivo sul luogo del tentato furto. Anche in questo caso indagano i carabinieri.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea: un guasto tecnico blocca il servizio di emodinamica. I pazienti costretti a emigrare

Il gruppo di continuità che assicura l’erogazione di energia in caso di interruzione dell’erogazione di energia […]

leggi tutto...

San Giorgio Canavese

/

15/12/2017

San Giorgio: da lunedì 18 la Media ospiterà gli alunni della scuola chiusa per il monossido di carbonio

Da lunedì 18 dicembre gli scolari della scuola elementare di San Giorgio Canavese, potranno tornare a […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

15/12/2017

Cuorgnè: autobotti Smat prelevano dall’acquedotto per dissetare le Terre Alte in preda alla siccità

Il Canavese ha sete e da circa cinque mesi le autobotti della Smat prelevano l’acqua dall’acquedotto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy