I banditi fanno saltare in aria la filiale Biver Banca di Strambino. Fallito, invece, un “colpo” a Barbania

Strambino

/

31/05/2017

CONDIVIDI

Dopo aver fatto saltare in artia il bancomat, i malviventi sono fuggiti con un bottino di quantificare

Dopo Caluso è toccato a Strambino e poi anche a Barbania: l’inafferrabile (al momento) “banda dei bancomat” ha colpito ancora facendo saltare in aria il bancomat della filiale Biver Banca che si trova in piazza della Repubblica a Strambino. E’ accaduto nella notte tra martedì 30 e mercoledì 31 maggio intorno alle quattro del mattino. La modalità usata è la solita; la cavità nella quale si trova l’impianto erogatore viene saturata di gas che viene fatto esplodere.

Il fragore della violenta esplosione ha svegliato i residenti di tutta la zona. I banditi si sono impossessati del bottino (che è ancora da quantificare) e sono fuggiti senza lasciare traccia. L’esplosione ha seriamente danneggiato la filiale e lo stabile che la ospita. Sull’ennesimo furto indagano i carabinieri della Compagnia di Ivrea.

Poco più tardi si è verificato un altro assalto, questa volta all’Unicredit di Barbania che si trova nella centrale piazza Umberto I. Il “colpo” non è riuscito: i malviventi devono essere stati disturbati da qualcuno e sono fuggiti precipitosamente abbandonato l’esplosivo sul luogo del tentato furto. Anche in questo caso indagano i carabinieri.

Dov'è successo?

Leggi anche

19/02/2018

Il sindaco di Valperga Francisca a “Il Punto” di Canavesenews in onda su Torino e Canavese Tv

E’ sindaco di Valperga soltanto da poco più di tre anni e da altrettanto tempo Gabriele […]

leggi tutto...

19/02/2018

Atletica: i canavesani tornano a casa da Ancona con un oro, un argento, un terzo e quarto posto

Un oro, un argento, un quarto ed un ottavo posto, il bottino dell’Azimut Atletica Canavesana ai […]

leggi tutto...

19/02/2018

Leinì: i carabinieri scoprono una centrale dello spaccio di droga pedinando un pusher attivo in paese

Lo spacciatore aveva consegnato la dose ad un cliente tossicodipendente e non si era accorto che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy