Balangero: è morto al Cto dopo una settimana di agonia, l’imprenditore travolto da una valanga

12/03/2018

CONDIVIDI

Emiliano Versino, titolare della Biver, azienda metalmeccanica di Venaria, non aveva più ripreso conoscenza

Emiliano Versino, 35 anni, l’imprenditore travolto da una valanga la scorsa domenica 4 marzo al Pian Benot di Usseglio, ha perso la sua battaglia per la vita. L’imprenditore di Balangero, è morto nella notte di lunedì 12 marzo all’ospedale Cto di Torino dove era stato ricoverato subito dopo il tragico incidente. Il cuore dell’uomo era rimasto fermo per circa 30 minuti: troppi per non provocare danni irreversibili anche al cervello, tanto che l’uomo non si era più ripreso. I medici hanno fatto di tutto per salvare la vita dello sfortunato sciatore, ma ogni tentativo si è rivelato vano.

Emiliano Versino era un imprenditore conosciuto nel mondo dell’imprenditoria canavesana in qualità di titolare della Biver di Venaria, azienda specializzata nella produzione di componenti per auto. Versino lascia la moglie Barbara e una figlia piccola. La famiglia ha fornito il consenso per l’espianto degli organi.

Quando la valanga si è staccata dal costone roccioso Emiliano Versino si trovava in compagnia di un amico che stava praticando lo snowboard e che, per sua fortuna, non è stato neanche sfiorato dalla mortale valanga di neve.

Dov'è successo?

Leggi anche

Favria

/

20/09/2018

Tamponamento a catena sulla “Favriasca”. Coinvolte quattro autovetture. Nessun ferito

Qualche contusione e un comprensibile spavento oltre a quattro autovetture seriamente danneggiate: è il bilancio di […]

leggi tutto...

Caselle

/

20/09/2018

Caselle: con il nuovo volo operativo della Compagnia aerea Volotea, Napoli è più vicina a Torino

È operativo da lunedì 17 settembre, dall’aeroporto di Caselle, il nuovo volo per Napoli di Volotea, […]

leggi tutto...

Barone Canavese

/

20/09/2018

Barone: perde il controllo della Fiat Punto che stava guidando. In ospedale donna di 31 anni di Mazzè

Sono ancora da chiarire le cause che hanno fatto perdere a una di donna italiana di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy