Azeglio: morì per un’infezione non diagnosticata. Indagati quattro medici dell’ospedale di Ivrea

Azeglio

/

18/10/2016

CONDIVIDI

Alla donna era stata diagnosticata una lombo-sciatalgia. Il pm ha chiesto l'archiviazione ma la famiglia si è opposta. Il gip ha disposto una perizia

Sono quattro i medici indagati dalla procura della Repubblica di Ivrea con l’accusa di omicidio colposo in relazione al decesso di una paziente che avvenne nel 2015 al pronto soccorso dell’ospedale di Ivrea. I medici indagati sono Sergio Spatafora, Andrea Boschetti, Giuseooina Girino e Giuseppe Caruso.

Secondo la testi sostenuta dalla pubblica accusa non diagnosticarono per tempo una infezione che causò la morte di Daniela Golfrè Andreasi, 57 anni, maestra all’asilo di Azeglio. La donna, il 26 febbraio 2015 si presentò in pronto soccorso accusando forti dolori alla schiena. Dopo gli esami clinici di rito la donna fu dimessa con la diagnosi di lombo-sciatalgia. La donna venne dimessa dai sanitari il giorno stesso.

E’ il giorno successivo, ovvero il 27 febbraio che le condizioni di salute della donna si aggravarono, tanto che la famiglia decise di chiamare il 118 che la trasportò nuovamente in pronto soccorso, ma ormai la situazione era così critica che il decesso della donna sopraggiunse il giorno seguente. Le indagini presero l’avvio dopo la denuncia della famiglia.

Al termine degli accertamenti il pubblico ministro chiese al giudice l’archiviazione del caso, ma il Gip del tribunale di Ivrea Stefania Cugge, ha accolto l’opposizione dei famigliari della paziente e ha disposto un’ulteriore medizia medico-legale che avrà luogo il prossimo lunedì e che potrebbe rivelarsi decisiva.

Dov'è successo?

Leggi anche

Castellamonte

/

24/11/2017

Castellamonte, in biblioteca il laboratorio creativo per trasformare in doni gli oggetti riciclati

E’ dedicato alle imminenti feste natalizie il laboratorio creativo dal titolo “Aspettando il Natale…” per bambini […]

leggi tutto...

Rivarolo Canavese

/

24/11/2017

Liceo linguistico al “Moro” di Rivarolo: è finalmente arrivato l’assenso della Città Metropolitana

L’Istituto di Istruzione Superiore “Aldo Moro” di Rivarolo Canavese potrà contare dal prossimo anno scolastico, su […]

leggi tutto...

Caselle

/

24/11/2017

La procura ha incaricato il casellese Mauro Esposito di far luce sulla tragedia di piazza San Carlo

Sarà l’architetto casellese Mauro Esposito, l’imprenditore casellese  testimone di giustizia che ha svelato la presenza della […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy