Avvisi di garanzia a Favria: l’Amministrazione invia i documenti sulla “Casa del Sole” alla Corte dei Conti

Favria

/

17/07/2018

CONDIVIDI

Sulla vicenda interviene l'assessore Silvio Carruozzo: "Confidiamo ora nelle autorità competenti affinchè sia fatta luce sull’intero caso e vengano individuate le eventuali responsabilità"

Sull’inchiesta condotta dai carabinieri nel corso della quale sarebbero emersi presunte irregolarità nell’affidamento della gestione della “Casa del Sole” di Favria, interviene l’attuale amministrazione guidata dal sindaco Vittorio Bellone. Per questa vicenda sono stati indagati alcuni ex amministratori tra i quali l’ex sindaco Giorgio Cortese e l’allora vicesindaco Serafino Ferrino, tecnici comunali e tre sindacalisti.

L’assessore ai Lavori Pubblici del comune di Favria Silvio Carruozzo evidenzia in una nota che “Sin da quando abbiamo preso le redini dell’Amministrazione ci siamo accorti che dietro alla vicenda della casa di riposo c’erano pesanti zone d’ombra. Alla luce di quanto sta emergendo in queste ore, mi pare che la nostra decisione di rilevare l’illegittimità del precedente accordo siglato dall’ex-sindaco Ferrino a pochi giorni dal voto sia stata quanto mai corretta. Confidiamo ora nelle autorità competenti affinchè sia fatta luce sull’intero caso e vengano individuate le eventuali responsabilità”.

La questione relativa alla “Casa del sole” era già tornata di attualità nel marzo scorso, quando l’attuale Giunta aveva portato in Consiglio comunale un emendamento al bilancio per rettificare il capitolo di spesa relativo al pagamento di 1 milione 364 mila 523,40 euro siglato dall’ex-sindaco Ferrino con il curatore fallimentare della MGL Gest, la società che gestiva la struttura.

“La transazione era stata sottoscritta solo due giorni prima del voto e in maniera illegittima, perchè il sindaco non aveva il voto di approvazione del Consiglio comunale – continua l’amministratore comunale -. Un atto che ci ha lasciato quantomeno perplessi: perchè tutta questa fretta? Dal canto nostro, non appena abbiamo studiato e valutato attentamente tutta la vicenda con l’ausilio del nostro legale, abbiamo subito compreso che non c’erano alternative: bisognava sottolineare come l’accordo sottoscritto dal sindaco non fosse vincolante per l’Amministrazione e inviare il tutto alla Corte dei Conti. Ed è quello che abbiamo fatto”.

Dov'è successo?

Leggi anche

21/08/2019

La crisi minaccia il mercato della frutta. Confagricoltura: “Salviamo un settore già penalizzato”

“In Piemonte abbiamo una produzione frutticola d’eccellenza, apprezzata in Italia e all’estero. Ciò che dobbiamo cercare […]

leggi tutto...

21/08/2019

Rivarolo Canavese: il Comune spende 100 mila euro per rifare la copertura dell’ala sud del Castello Malgrà

Centomila euro per rifare la copertura situata nei pressi del camminamento merlato del castello Malgrà: è […]

leggi tutto...

21/08/2019

Ivrea, ragazza di 17 anni denuncia: “Il branco mi ha stuprata nel centro sociale”. Indaga la procura

Ha soltanto 17 anni la ragazza che ha denunciato di essere stata vittima di uno stupro. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy