Il martellista Marco Lingua porta il Canavese sul tetto del mondo e giunge al 10° posto

Tonengo di Mazzè

/

12/08/2017

CONDIVIDI

Il campione si è classificato tra i primi dieci martellisti del mondo. "Sono il Rocky Balboa del martello" ha detto ai microfoni di RaiSport

L’atleta canavesano Marco Lingua ha concluso la sua incredibile avventura sportiva ai Mondiali di Londra conquistando il decimo posto assoluto: un risultato di tutto rispetto che conferma le capacità e la forma atletica di questo 39enne residente a Tonengo di Mazzè. Marco Lingua ha lanciato il suo martello a una distanza di 75,13 metri: sarebbero bastati ancora 74 centimetri per piazzarsi all’ottavo posto e guadagnarsi la possibilità di effettuare altri tre lanci.

Ma non è questo il tempo delle recriminazioni: Marco Lingua rimane nella ristrettissima rosa dei martellisti più forti del mondo. Archiviato questo Mondiale Marco Lingua punta alla prossima qualificazione per le prossime Olimpiadi e per i Campionati Europei del 2018. “Sono il Rocky Balboa del martello – ha dichiarato ai microfoni di RaiSport -. Sono comunque contento del piazzamento frutto dei tanti sacrifici compiuti tra i turni di lavoro (Marco Lingua è finanziere, ndr) e i tanti allenamenti. Sono in grado di fare di fare di meglio. Al prossima volta conquisterò l’ottavo posto”.

In effetti in altre occasioni Marco Lingua ha fatto meglio raggiungendo la rispettabilissima distanza dei 77 metri. Se fosse riuscito nel “colpaccio” avrebbe tallonato il polacco Pawel Fajdek che ha vinto la medaglia d’oro con 79,81 metri. Ad aggiudicarsi la medaglia d’argento è stato il russo Valeriy Pronkin (78,16) mentre il polacco Wojciech Nowicki si è aggiudicato la medaglia di bronzo (78,03). Essere annoverato tra i 10 martellisti più bravi del pianeta non è comunque cosa da poco e Marco Lingua ha, ancora una volta portato il Canavese, sul tetto del mondo.

Dov'è successo?

Leggi anche

01/04/2020

Ha vinto il Coronavirus: tutti a casa per Pasqua e Pasquetta. Il Premier proroga la quarantena

Chi sperava di trascorrere la Pasqua con i famigliari e la Pasquetta fuori porta, tempo permettendo, […]

leggi tutto...

01/04/2020

Coronavirus: 70 decessi in Piemonte in 24 ore. 163 i pazienti guariti. Quasi diecimila i contagiati

Nel pomeriggio di oggi, mercoledì 1° aprile, l’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che […]

leggi tutto...

01/04/2020

Solidarietà a Chivasso: le associazioni donano a medici e infermieri tute e occhiali protettivi

Gara di solidarietà a Chivasso: le associazioni donano a medici e infermieri tute e occhiali protettivi. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy