ATLETICA-L’azzurro Alberto Nardi porta la 4×400 in finale e conquista l’oro agli Europei Under 20

Rivarolo Canavese

/

25/07/2017

CONDIVIDI

Convocato nella Nazionale come riserva, il ragazzo che arriva dal calcio, potrà fregiarsi del titolo di Campione d'Europa. Gli atleti canavesani continuano a farsi onore nelle competizioni agonistiche in tutta Italia

I ragazzi dell’Atletica Canavesana continuano a farsi onore in tutti gl’impegni agonistici nei quali sono settimanalmente impegnati in tutta Italia.
E’ il caso, ad esempio, di Alberto Nardi, del polo di Rivarolo Canavese, che è stato convocato in nazionale U20 come riserva della 4×400 ai Campionati Europei Under 20 di Grosseto. Il portacolori dell’Azimut Bertetto Pelazza Atletica Canavesana ha corso la batteria della 4×400 contribuendo alla qualificazione dell’Italia per la finale dove la formazione titolare ha vinto la medaglia d’oro al termine di un finale a dir poco elettrizzante.

Il campione d’Europa della gara individuale Alessandro Sibilio è stato autore di un finale da brivido nel quale ha recuperato dalla quinta posizione. Anche Nardi potrà fregiarsi del titolo di campione d’Europa. La breve carriera del velocista canavesano ha dell’incredibile se si pensa che da solo otto mesi frequenta l’atletica leggera.

Proveniente dal calcio, calsse 1998, terzino de La Rivarolese, diplomatosi a luglio al Liceo Scientifico di Rivarolo, Alberto Nardi si allena al Polisportivo di Rivarolo. Lo segue il tecnico sociale Massimo Beltramo. Nardi in questo 2017 ha bruciato tutte le tappe arrivando alla maglia azzurra. Ha debuttato nel 2016 correndo i 100 in 11”95. All’esordio sul giro di pista a maggio 2017 corse subito in 48”68 per poi arrivare a correre in 48”21, minimo per i campionati Europei ed italiani Assoluti. Non è stato convocato nella gara individuale perché quattro atleti hanno corso più veloce di lui ed il regolamento internazionale non prevede più di tre atleti per gara.

In questa stagione l’atleta si è aggiudicato il titolo piemontese assoluto e Junior sui 400 ad Asti e si è piazzato al quinto posto nella finale dei Campionati italiani di categoria a Firenze. Vanta un 7”23 sui 60 piani, 11”21 sui 100, 22”31 sui 200, 34”63 sui 300. Non disprezza gli ostacoli nei quali ha corso il giro di pista in 55”54. Vive a Locana ed ha lo sport nel sangue. Dopo questa bella esperienza Nardi dopo un meritato riposo riprenderà la preparazione per essere protagonista con la squadra della Canavesana nella finale del CDS assoluto di serie B prevista il 24 settembre a Torino.

Risultati Uomini, 4×400: 1. Italia (Vladimir Aceti, Edoardo Scotti, Klaudio Gjetja, Alessandro Sibilio) 3’08”68, 2. Francia 3’09”04, 3. Polonia 3’09”32; Italia 4a in qualificazione (Alberto Nardi, Michele De Berti, Edoardo Scotti, Klaudio Gjetja) 3’11”01.

Katarzyna Kuzminska, invece, ha conquistato il podio nella 66° edizione della Tavagnasco/Santa Maria Maddalena ai Piani, la manifestazione nazionale di corsa in montagna disputata sul km verticale per una distanza di 4,475 km. La portacolori dell’AZIMUT Bertetto Pelazza Atletica Canavesana ha battuto nell’ordine Ornella Bosco (Lib Forno Sergio Benetti) e Chiara Giovando (Atletica Monterosa Fogu). Vittoria con quasi tre minuti di distacco per la polacca residente a Mathi.

Risultati Donne km. 4,475: 1. Kuzminska SF40 45:48, 2. Bosco (Lib. Forno) 48:30, 3. Giovando 50:04.

 

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

23/09/2017

Sanità: mancano infermieri negli ospedali. Il Nursind proclama lo stato di agitazione

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche proclama lo stato di agitazione e si prepara a […]

leggi tutto...

Ciriè

/

23/09/2017

Ciriè, stalker di 22 anni aggredisce per strada la ragazza che lo aveva rifiutato. In manette

Quell’avvenente ragazza turbava, da quando l’aveva incontrata, i suoi sogni: più volte Andrea G., 22 anni, […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

23/09/2017

Cuorgnè: la Madonna della Rivassola torna al suo posto dopo il restauro pagato dal sindaco

Aveva avuto luogo lo scorso mese di inizio agosto la spiacevole sorpresa che aveva indignato i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy