Assurda tragedia a San Benigno: ragazzo di 15 anni si toglie la vita con un colpo di fucile da caccia

San Benigno Canavese

/

17/08/2017

CONDIVIDI

L'adolescente è stato trovato dai genitori riverso sul letto nella sua cameretta. I soccorsi si sono rivelati vani. Forse una delusione sentimentale all'origine del dramma

Forse una delusione sentimentale che non è riuscito a fronteggiare: si sospetta sia questo il motivo per il quale un quindicenne residente a San Benigno, avrebbe imbracciato uno dei fucili del padre (regolarmente denunciato) e si è tolto la vita con un colpo esploso in pieno viso dall’arma da fuoco. Il cadavere del ragazzino è stato trovato nella mattina di oggi, giovedì 17 agosto, dai genitori nella mansarda (dove la vittima aveva la cameretta) della villetta a due piani di loro proprietà situata in via dell’Alpina 6.

Sulla tragica vicenda indagano i carabinieri della Compagnia di Chivasso. Stando una una prima e ancora provvisoria ricostruzione dei fatti. il quindicenne, ultimo di cinque figli (tre femmine e due maschi) si sarebbe sparato con un colpo calibro 12 di un fucile da caccia del padre, di professione medico.

Il ragazzo avrebbe messo in atto l’insano gesto in serata, dopo aver consumato la cena con tutta la famiglia. Poi è salito in camera sua. Nessuno si è accorto di nulla fino a quando i genitori lo hanno ritrovato senza vita riverso sul letto.

Sul luogo sono tempestivamente giunti il personale medico del 118 che non ha potuto fare altro che costatare l’avvenuto decesso dell’adolescente e i carabinieri che hanno subito iniziato ad indagare. L’ipotesi della delusione sentimentale è la più accreditata anche sulla scorta di un biglietto scritto da una ragazza.

La notizia ha immediatamente fatto il giro del paese, dove la famiglia è molto conosciuta e stimata, sgomento e cordoglio.

Dov'è successo?

Leggi anche

23/02/2018

Chivasso/Settimo: la crisi Trony spaventa i dipendenti dei punti vendita. A rischio 60 posti di lavoro

Lo spettro della chiusura non fa dormire di notte i dipendenti di alcuni punti vendita della […]

leggi tutto...

23/02/2018

Cuorgnè: 1.500 pazienti rimangono senza medico di famiglia. Un sostituto tampona l’emergenza

Una soluzione provvisoria destinata a tamponare l’emergenza che si è venuta a creare a Cuorgnè dove […]

leggi tutto...

23/02/2018

Rivarolo Canavese: torna la rassegna Unavoltalmese (quasi). Va in scena il teatro di narrazione

Torna Una voltalmese (quasi), un appuntamento fisso, il rendez-vous teatrale mensile proposto da Faber Teater per […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy