Asl T04: le ricerche di radioterapia sui tumori e sul neuroblaosta olfattivo apprezzate in tutta Europa

12/05/2018

CONDIVIDI

Il direttore generale dell'Asl To4 Lorenzo Ardissone: "I lavori dimostrano l’attenzione e l’impegno per garantire efficacia del trattamento unita alla qualità della vita delle persone assistite e l’importanza della sinergia e del lavoro di rete tra le strutture aziendali per assicurare il miglior risultato clinico possibile"

Sono stati pubblicati in importanti riviste scientifiche due lavori, uno della Radioterapia dell’Asl T04 e uno frutto della collaborazione tra la Radioterapia e altre strutture operative della stessa Azienda.

Il primo lavoro, pubblicato nella rivista scientifica “Medical Oncology”, è relativo alla radioterapia ipofrazionata nel tumore della mammella. Lo studio riporta i risultati a dieci anni del frazionamento di dose adottato presso la Radioterapia dell’Asl T04 nelle pazienti affette da tumore della mammella in stadio iniziale.
Questo trattamento prevede 20 sedute rispetto alle 30 previste dalla radioterapia standard, con impatto positivo sia per quanto riguarda il controllo della malattia sia per la bassa tossicità riscontrata e sia per l’ottimizzazione socio economica dovuta al numero di accessi ridotti da parte delle utenti. Il tutto si riflette favorevolmente sulla qualità di vita delle pazienti ma anche sulle liste di attesa presso la Radioterapia, a parità di risultati clinici, come si evince dal lavoro pubblicato.

Il secondo lavoro riguarda il neuroblastoma olfattivo ed è stato pubblicato nel “British Journal of Radiology”. Come autori, oltre allo staff della Radioterapia e della Fisica Sanitaria dell’As” T04, dirette rispettivamente dai dottori Maria Rosa La Porta e Piero Ossola, il lavoro ha visto coinvolti anche l’Oncologia e l’Otorinolaringoiatria della stessa Azienda, dirette rispettivamente dai dottori Giorgio Vellani e Libero Tubino, e la Radioterapia dell’Università di Torino nella persona del dottor Pierfrancesco Franco.

ll neuroblastoma olfattivo è un tumore raro del neuroepitelio olfattivo, presente nella parte posteriore della cavità nasale, caratterizzato da una crescita lenta e da bassa incidenza di recidive locali. La letteratura recente ha dimostrato che la resezione endoscopica seguita da radioterapia adiuvante si correla con migliori risultati. Il lavoro pubblicato descrive il caso clinico di neuroblastoma olfattivo del seno nasale destro in un uomo di 34 anni. Questo paziente è stato trattato con resezione endoscopica e radioterapia a fasci esterni a intensità modulata a livello del seno nasale destro. Dopo due anni di controlli periodici e programmati, il paziente è libero da recidiva senza alcun effetto collaterale.

La conclusione dello studio è che, in tali pazienti, la strategia di trattamento comprendente la resezione endoscopica seguita da radioterapia può essere efficace e fattibile e dovrebbe essere considerata lo standard terapeutico. Il lavoro pubblicato ha suscitato interesse tanto da essere selezionato come caso clinico della settimana nella piattaforma web della rivista.

“Questi lavori – riferisce il Direttore Generale dell’Asl T04, Lorenzo Ardissone – dimostrano l’attenzione e l’impegno per garantire efficacia del trattamento unita alla salvaguardia della qualità della vita delle persone assistite e l’importanza della sinergia e del lavoro di rete tra le strutture operative aziendali per assicurare il miglior risultato clinico possibile”.

Dov'è successo?

Leggi anche

Salassa

/

20/09/2018

Volley: gli “azzurri” del coach canavesano Blengini sfidano la Finlandia e guardano al podio

Gianlorenzo “Chicco” Blengini, commissario tecnico dell’Italvolley, canavese d’adozione (risiede con la famiglia a Salassa) sta per […]

leggi tutto...

Favria

/

20/09/2018

Tamponamento a catena sulla “Favriasca”. Coinvolte quattro autovetture. Nessun ferito

Qualche contusione e un comprensibile spavento oltre a quattro autovetture seriamente danneggiate: è il bilancio di […]

leggi tutto...

Caselle

/

20/09/2018

Caselle: con il nuovo volo operativo della Compagnia aerea Volotea, Napoli è più vicina a Torino

È operativo da lunedì 17 settembre, dall’aeroporto di Caselle, il nuovo volo per Napoli di Volotea, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy