San Benigno: anziana di 80 anni raggirata per 800 mila euro. Condannato un medico di base

San Benigno Canavese

/

20/10/2017

CONDIVIDI

L'accusa è di circonvenzione d'incapace. Confermata anche la condanna di primo grado a carico della titolare di una casa di riposo. L'anziana è deceduta nel 2010

I giudici della Corte d’Appello non hanno avuto dubbi: a loro giudizio, nel confermare la sentenza di primo grado, la titolare di una casa di riposo e il medico di famiglia di un’anziana ospite. L’accusa è grave: quella di aver circuito nel 2010 un’ottantenne residente a San Benigno Canavese e di averla letteralmente spogliata del patrimonio personale. Ottocentomila euro: tanto quanto valevano la villa della pensionata, gioielli e il denaro depositato in alcuni conti correnti.

Giuseppina M. 67 anni, titolare della casa di riposo e Cristiana M. 53 anni, medico di base sono state condannate a una pena di due anni e sei mesi di reclusione per circonvenzione d’incapace.

A far scattare le indagini dei carabinieri era stata la denuncia dei famigliari dell’ospite della struttura. L’anziana, Pierina N. deceduta nel 2013, aveva delegato il medico a effettuare operazioni sul proprio conto corrente e l’aveva in seguito nominata sua erede universale mentre aveva lasciato per testamento alla titolare della struttura per anziani che ospitava altri cinque pensionati, una villa del valore di oltre 330 mila euro.

Quando i carabinieri sono intervenuti il patrimonio era stato prosciugato, ma i parenti dell’anziana si sono costituiti parte civile e sono riusciti a recuperare quanto il tribunale aveva sequestrato in via cautelativa. La Corte d’Appello ha confermato le condanne emesse in primo grado.

Dov'è successo?

Leggi anche

22/01/2020

Caselle: Leonardo Divisione Velivoli assume 40 operai. La Fim: “Segnale importante per il lavoro”

Millecento uscite volontarie alle quali fanno da contraltare altrettante assunzioni di personale negli stabilimenti di tutta […]

leggi tutto...

22/01/2020

Venaria: va a prelevare al bancomat, lascia l’auto con il motore acceso e un ladro gliela ruba sotto il naso

Venaria: va a prelevare al bancomat, lascia l’auto con il motore acceso e un ladro gliela […]

leggi tutto...

22/01/2020

Lotta al pellet non a norma: istituita una task force fra Regione, Arpa e carabinieri del Nucleo forestale

Una task force con 10 squadre in campo per passare al setaccio i materiali combustibili in […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy