ANCHE IN CANAVESE E’ ALLARME ROSSO PER L’INQUINAMENTO ATMOSFERICO

Canavese

/

28/12/2015

CONDIVIDI

Domani a Palzzo Cisterna a Torino vertice urgente tra il sindaco della Città Metropolitana e gli amministratori dei comuni con una popolazione superiore ai 20mila abitanti

E’ allarme rosso per l’inquinamento dell’aria, acuito dal lungo periodo di siccità. L’emergenza è giunta a un tale punto da indurre Piero Fassino, sindaco della Città Metropolitana a convocare un tavolo urgente per la qualità dell’aria per domani, martedì 29 dicembre alle 15,00 a Palazzo Cisterna. All’incontro sono invitati sindaci e amministratori all’ambiente dei centri urbani che contano più di 20 abitanti.

Anche il Canavese rientra nell’area in cui la concentrazione delle “polveri sottili” è decisamente al di sopra delle soglie di attenzione perviste dalla normativa. E ormai non si tratta più di “sforamenti” occasionali: l’altissima concentrazione in ogni metro cubo di aria delle Pm10 costituisce un pericolo costante la salute. Milano e Roma hanno già adottato nei giorni scorsi provvedimenti per limitare il traffico automobilistico. A Torino e provincia è stato istituito il biglietto unico giornaliero al prezzo di 1,50 euro per invogliare pendolari e cittadini a usare i mezzi pubblici ma non basta: l’aria più ossigenata ormai si respira soltanto oltre i mille metri di quota, nelle valli del Canavese e del Torinese.

Riporre la speranza in significative variazioni climatiche in grado di provocare abbondanti piogge è, al momento da accantonare: gli esperto meteorologia hanno evidenziato che fino alla fine dell’anno non sono previste precipitazioni: tutta colpa dell’anticiclone delle Azzorre che fa da scudo alle correnti di area fredda provenienti dal Polo Artico. Toccherà al tavolo tecnico assumere eventuali e drastiche misure per limitare il traffico automobilistico. Al vertice antinquinamento parteciperanno gli amministratori dei comuni di Beinasco, Borgaro Torinese, Carmagnola, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Pecetto, Pinerolo, Pino Torinese, Rivoli, San Mauro Torinese, Settimo Torinese, Torino, Venaria Reale.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/01/2018

Leinì, donna entra al Pam e ruba cinque bottiglie di champagne. Invece di fare festa è finita in carcere

E’ entrata nel centro commerciale Pam di Leinì già con l’intenzione di rubare quelle cinque bottiglie […]

leggi tutto...

16/01/2018

Favria, rivoluzione in Comune. Parte l’informatizzazione degli uffici. Investiti 59mila euro

Il Comune di Favria ha avviato un progetto di informatizzazione degli uffici comunali che andrà avanti […]

leggi tutto...

16/01/2018

Ivrea, i teppisti riempiono di schiuma le auto in sosta. La Lega Nord: “In città troppi atti vandalici”

Troppi atti vandalici in città e la Lega Nord Canavese ritiene che sia ora di porre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy