Amianto all’Olivetti, Carlo De Benedetti, Passera e Colaninno tra i 17 rinviati a giudizio

Ivrea

/

05/10/2015

CONDIVIDI

Non luogo a procedere invece, per i consiglieri di amministrazione, senza deleghe. Il 23 novembre la prima udienza

Sono diciassette i rinvii a giudizio per le sospette morti causate dall’amianto presente negli stabilimenti Olivetti. Il Gup del tribunale di Ivrea Cecilia Marino ha pronunciato oggi l’attesa sentenza. La prima udienza del processo è stata fissata per il prossimo 23 novembre. Alla sbarra Carlo De Benedetti, l’ex ministro Corrado Passera e Roberto Colaninno (per un caso di lesioni colpose). Il rinvio a giudizio riguarda tredici decessi e due casi di lesioni colpose che, secondo l’accusa, sarebbero stati causati dall’esposizione alle fibre killer dell’amianto.

Il Gup ha deciso il non luogo a procedere per undici consiglieri di amministrazione senza deleghe “per non aver commesso il fatto”. Gli stabilimenti in cui è stata riscontrata la presenza di amianto sono quelli di San Bernardo, Agliè, le Officine Ico, le strutture produttive di Scarmagno e il Palazzo Uffici.

A dare il via alle indagini, culminate adesso nei rinvii a giudizio, era stata la denuncia dai famigliari di una ex dipendente dell’Olivetti che, nel periodo compreso tra il 1965 e il 1980, aveva lavorato nello stabilimento di San Bernardo. La donna è deceduta a dicembre del 2007 a causa di un mesotelioma pleurico maligno.

Dov'è successo?

Leggi anche

16/10/2019

Bairo: violento scontro tra due automezzi sulla “Pedemontana”. Ferita una 60enne di Castellamonte

Un altro incidente stradale sulla “Pedemontana” nel quale sono stati coinvolti due automezzi. È accaduto nella […]

leggi tutto...

16/10/2019

Rivarolo: la Bocciofila Sangiorgese presenta i giocatori guidati dal team manager Franco Mautino

E’ un momento magico per la società Bocciofila Sangiorgese che si appresta a partecipare al prossimo, […]

leggi tutto...

16/10/2019

Volpiano: auto finisce fuori strada sull’A5 Torino-Aosta e si ribalta. Ferite una donna e una bimba

Hanno rischiato la vita i componenti di una famiglia residente ad Aosta protagonista di un incidente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy