Albiano d’Ivrea: i vandali si accaniscono nel cimitero durante la notte di Natale. Danneggiate nove tombe

Albiano

/

29/12/2015

CONDIVIDI

Dal cimitero non è stato asportato nulla e questo fa pensare ad un raid teppistico del tutto gratuito

Hanno approfittato della notte di Natale, nel momento in cui le strade erano completamente deserte a causa della festività, si sono introdotti furtivamente nel cimitero di Albiano d’Ivrea e hanno dato sfogo ad una furia devastatrice senza senso. I vandali hanno seriamente danneggiato nove tombe. Per farlo hanno usato un oggetto contundente, probabilmente un piccone con il quale hanno inferito sulle lapidi in marmo.

Danneggiata anche una tomba di famiglia. A chiedere l’intervento dei carabinieri è stato il sindaco Gildo Marcelli. Il primo cittadino era inizialmente convinto che gli intrusi avessero l’intenzione di rubare le canaline di rame dato che si tratta di un metallo molto richiesto al mercato nero, ma invece lo scempio si è dimostrato totalmente gratuito e senza una spiegazione logica. Che si tratti di un atto vandalico non ci sono dubbi: dalle tombe non è stato asportato nulla neanche un vaso portafiori.

I danni sono ingenti: ad essere i più colpiti, dal punto di vista economico, sono i proprietari della cappelletta sulla quale i balordi si sono particolarmente accaniti.

Dov'è successo?

Leggi anche

Rivarolo Canavese

/

21/11/2017

Service dei Rotary Club di Cuorgnè, Canavese e di Ivrea, per alleviare la solitudine degli anziani

E’ stato denominato “Rompere la Solitudine” Il service del Rotary Cub Cuorgnè e Canavese a favore […]

leggi tutto...

Ivrea

/

21/11/2017

Asl To4: ostetrica nei consultori familiari dell’Asl To4. L’accesso è possibile senza prenotazione

La riorganizzazione della rete dei Consultori Familiari dell’Azienda, diretti dal dottor Fabrizio Bogliatto, è stata portata […]

leggi tutto...

Mazzé

/

21/11/2017

Tonengo di Mazzè: aggredisce tre persone in pasticceria prima di essere bloccato dai carabinieri

Momenti di panico l’altro giorno in frazione Tonengo di Mazzè, nel cuore del Canavese: un uomo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy