Agliè, dopo un’odissea durata otto anni arriva la rotatoria all’incrocio con la Sp 41. Ma è provvisoria

Agliè

/

13/04/2017

CONDIVIDI

Dopo un lungo iter l'amministrazione comunale ha ottenuto di veder realizzata a metà l'opera che dovrebbe limitare il numero degli incidenti

Sono finalmente terminati i lavori di realizzazione della rotatoria provvisoria nell’incrocio della SP 41, lungo la circonvallazione di Agliè. Provvisoria è vero, ma c’è. Il sindaco di Agliè Marco Succio non fa mistero della sua personale soddisfazione.

“Un’epopea lunga 8 anni, da quando in qualità di Assessore alla viabilità nella precedente Giunta, ci eravamo recati con l’allora Sindaco presso gli uffici provinciali per perorare la causa relativa alla realizzazione delle opere per la messa in sicurezza di questo pericoloso incrocio” racconta il primo cittadino.

I lavori sembravano dover prendere il via già nel 2013, tuttavia il blocco dei trasferimenti imposto alla Province dall’allora Governo tecnico, bloccò l’intero piano di investimento in cui era inserita anche quest’opera.

A seguito di innumerevoli incontri ed altrettanti incidenti, circa un anno fa si era addivenuti ad un accordo con l’allora Vicesindaco Metropolitano Alberto Avetta, con il quale venne stabilito che il Comune si sarebbe occupato dell’illuminazione, mentre la Città Metropolitana si sarebbe occupata della realizzazione della rotatoria, dapprima in forma provvisoria e a seguire, dopo un adeguato periodo di prova, in forma definitiva.

Sono molto soddisfatto del risultato che, sebbene dal punto di vista estetico non si può dire che renda giustizia allo skyline del paese, quanto meno va a garantire la sicurezza degli automobilisti, che a mio avviso viene prima di tutto – conclude il sindaco Marco Succio -. Sono stati veramente tanti gli incidenti che si sono susseguiti in questa intersezione stradale negli ultimi anni, solo per puro caso non è scappato il morto e sono contento che, contrariamente a molti altri casi, non si sia aspettata la tragedia per intervenire.

I lavori sono stati coordinati direttamente dagli uffici della Città Metropolitana e realizzati dalla squadra di operai organizzata dal Capocantoniere Mauro Barengo.

Devo ringraziare l’ex Vicesindaco Metropolitano Alberto Avetta con cui è partito questo progetto e l’attuale, Marco Marocco, con il quale auspico che possa andare a buon fine la realizzazione definitiva nel più breve tempo possibile.”

Dov'è successo?

Leggi anche

16/01/2018

Leinì, donna entra al Pam e ruba cinque bottiglie di champagne. Invece di fare festa è finita in carcere

E’ entrata nel centro commerciale Pam di Leinì già con l’intenzione di rubare quelle cinque bottiglie […]

leggi tutto...

16/01/2018

Favria, rivoluzione in Comune. Parte l’informatizzazione degli uffici. Investiti 59mila euro

Il Comune di Favria ha avviato un progetto di informatizzazione degli uffici comunali che andrà avanti […]

leggi tutto...

16/01/2018

Ivrea, i teppisti riempiono di schiuma le auto in sosta. La Lega Nord: “In città troppi atti vandalici”

Troppi atti vandalici in città e la Lega Nord Canavese ritiene che sia ora di porre […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy