Agliè: è guerra aperta a chi abbandona i rifiuti. Il Comune mette in campo le telecamere mobili

Agliè

/

17/09/2018

CONDIVIDI

In crescita il fenomeno dell'immondizia abbandonata. Oltre alla sensibilizazione sulla raccolta differenziata, previste salate sanzioni per gl'incivili. Con l'Amministrazione collaboreranno, polizia locale, carabinieri e i volontari delle "Giacche Verdi"

Da alcuni mesi ormai l’Amministrazione Comunale ha provveduto ad incrementare le azioni informative in materia di raccolta differenziata dei rifiuti, tramite l’organizzazione di incontri e apposizioni di avvisi alla popolazione, avvalendosi del supporto tecnico della società Scs attiva nella raccolta e lo smaltimento dei rifiuti. Nello stesso tempo, l’Amministrazione comunale ha ritenuto opportuno implementare il servizio di controllo e vigilanza, avvalendosi della collaborazione sempre più intensa tra la polizia locale, l’associazione “Giacche Verdi Onlus” e i carabinieri di Agliè. E’ in corso l’attuazione di una politica che ha il duplice scopo di supportare i cittadini che intendono proseguire nelle buone pratiche della raccolta differenziata e, nel contempo, di scoraggiare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, anche con l’applicazione di sanzioni, spiegano in Comune, che possono arrivare fino a 600 euro.

“Sono azioni congiunte importanti – sottolinea l’assessore all’Ambiente Valeria Martinetto – volte al miglioramento del servizio di raccolta differenziata, tenuto anche conto dei problemi di igiene pubblica, oltre che di decoro cittadino, che i rifiuti abbandonati al suolo comportano. Negli ultimi tempi il fenomeno dell’abbandono ha caratterizzato sempre più il nostro territorio comunale, ci pare dunque doveroso provvedere, come già stiamo facendo avvalendoci della collaborazione di vigili, carabinieri e guardie ecologiche, ad effettuare maggiori controlli”.

Sulla stessa lunghezza d’onda sindaco Marco Succio: “L’abbandono dei rifiuti sul territorio comunale, è un problema sempre maggiore che, oltre ad un atto di profonda inciviltà, contribuisce a peggiorare il decoro urbano e la salute pubblica. Per questo motivo abbiamo deciso, grazie alla collaborazione con i Carabinieri di Agliè, coordinati dal maresciallo Angelo Pilia e all’Associazione Giacche Verdi, di affiancare alla costante informazione sul tema, una necessaria politica sanzionatoria nei confronti di chi continua ad abbandonare rifiuti”.

Il primo cittadino evidenzia come l’azione di contrasto, in atto da circa un paio di mesi, avviene con l’ausilio di telecamere mobili che vengono posizionate a rotazione nei pressi delle isole ecologiche in cui si verifica più frequentemente il fenomeno dell’abbandono.

“Il nostro obiettivo è che le isole ecologiche vengano utilizzate nel modo giusto, evitando ai cittadini – conclude ai turisti e agli avventori – di trovarsi nella spiacevole situazione di imbattersi in un materasso, in un vecchio mobile o in montagne di immondizia che peraltro vengono gratuitamente raccolte a domicilio prenotando il ritiro al numero verde di S.C.S. 800 159 040”.

Dov'è successo?

Leggi anche

19/10/2019

Approda ad Agliè il tour di Lia Laghi, l’educatrice che promuove la conoscenza del linguaggio dei cani

Sabato 26 ottobre farà tappa in Piazza Castello ad Agliè il tour di Lia Laghi, educatrice […]

leggi tutto...

19/10/2019

Grande partecipazione alla cena solidale in favore del Gruppo Abele nella cornice spirituale della Certosa 1515

La grande partecipazione di pubblico all’annuale cena a favore del “Gruppo Abele” fondato da don Luigi […]

leggi tutto...

18/10/2019

Pont Canavese: riprendono le ricerche per risolvere il “giallo” della scomparsa di Elisa Gualandi

Svanita nel nulla: il “giallo” che circonda la scomparsa di Elisa Gualandi, 54 anni, impiegata al […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy