Agliè, convenzione con l’Aib di Ozegna e le Giacche Verdi Onlus per difendere l’Ambiente

15/02/2018

CONDIVIDI

Le Giacche Verdi sono un prezioso aiuto per i volontari ausiliari alladiesi, per gli Ispettori ambientali, ma anche per la Protezione Civile e la Polizia Locale

Da qualche mese, sul territorio comunale di Agliè è attivo un nuovo servizio volto alla promozione della cultura del rispetto dell’ambiente, grazie all’approvazione di una convenzione tra il Comune e l’associazione Giacche Verdi Onlus (Raggruppamento Piemonte).
Si tratta di un’Associazione che opera sin dagli anni ’90 su tutto il territorio nazionale ed è composta da volontari, tra i quali figurano Guardie Ambientali, Venatorie, Ittiche e Zoofile che, in seguito a decreto prefettizio, hanno assunto il ruolo di Pubblici Ufficiali e/o Agenti di Polizia Giudiziaria.

“Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto sul territorio comunale dalle Giacche Verdi in questi primi mesi di convenzione – sottolinea l’assessore all’Ambiente Valeria Martinetto -. I volontari si sono mostrati molto presenti ed efficaci, sia per quanto riguarda i controlli legati alla tutela ambientale che per il supporto ai servizi di viabilità, per il quale alcuni di essi sono pure abilitati. Sono dunque un prezioso aiuto per i volontari ausiliari alladiesi, per gli Ispettori ambientali, ma anche per la Protezione Civile e la Polizia Locale. Hanno partecipato alla raccolta annuale di rifiuti ingombranti tenutasi nel mese di settembre scorso e poi successivamente a svariati eventi e cerimonie tenutisi in paese. Possiamo confermare sin da ora che la nostra intenzione come amministrazione è quella di continuare a collaborare con l’Associazione, soprattutto per quel che riguarda il servizio di vigilanza e controllo dell’esercizio di conferimento dei rifiuti e l’azione educativa che i volontari svolgono in merito al rispetto dell’ambiente e degli animali”.

Un’altra importante convenzione è stata da poco attivata tra il Comune e il Corpo Antincendi Boschivi (AIB) di Ozegna; grazie ad essa è possibile utilizzare personale dell’organizzazione in occasione di organizzazione di eventi e manifestazioni che necessitino di misure volte alla prevenzione incendi con rischio elevato.

“Il personale dell’AIB cui possiamo appoggiarci è stato adeguatamente formato – spiega il sindaco di Agliè Marco Succio -, e la finalità è quella di garantire la sicurezza degli spettatori e dei partecipanti a manifestazioni che per loro caratteristiche, come stabilito dal Ministero dell’Interno, a seguito dell’applicazione della “Circolare Gabrielli” prevedano la predisposizione di un servizio antincendio con determinate caratteristiche. Sarà il Comune a richiedere di volta in volta all’AIB la necessità della presenza di un certo numero di addetti sul luogo dell’evento. Siamo perciò soddisfatti di aver adempiuto agli obblighi di legge sfruttando risorse già presenti sul nostro territorio e mettendole a disposizione del nostro Comune”.

Dov'è successo?

Leggi anche

23/02/2018

Chivasso/Settimo: la crisi Trony spaventa i dipendenti dei punti vendita. A rischio 60 posti di lavoro

Lo spettro della chiusura non fa dormire di notte i dipendenti di alcuni punti vendita della […]

leggi tutto...

23/02/2018

Cuorgnè: 1.500 pazienti rimangono senza medico di famiglia. Un sostituto tampona l’emergenza

Una soluzione provvisoria destinata a tamponare l’emergenza che si è venuta a creare a Cuorgnè dove […]

leggi tutto...

23/02/2018

Rivarolo Canavese: torna la rassegna Unavoltalmese (quasi). Va in scena il teatro di narrazione

Torna Una voltalmese (quasi), un appuntamento fisso, il rendez-vous teatrale mensile proposto da Faber Teater per […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy