Agliè: ci voleva il centenario della morte di Gozzano per restaurare la chiesa di San Gaudenzio

Agliè

/

20/05/2016

CONDIVIDI

L'articolato progetto di recupero redatto dagli architetti Martino Gamerro e Francesco Diemoz, ha ottenuto il via libera della Curia e della Soprintendenza alle Belle Arti

Ci voleva la celebrazione del centenario della morte del grande poeta Guido Gozzano per fare in modo che la chiesa di San Gaudenzio di Agliè ritorni al primitivo splendore. La parrocchia ha deciso di restaurare l’edificio religioso che risale al XIV secolo e che è uno dei simboli di Agliè, il piccolo borgo dove il tormentato poeta italiano, ha vissuto i migliori momenti della sua breve vita e dove ha composto le sue liriche più belle nell’incanto di Villa Meleto.

A redarre il progetto del restauro sono stati gli architetti Martino Gamerro e Francesco Diemoz. Un progetto che è piaciuto alla Curia Eporediese che ha dato il via libera all’esecuzione del radicale e complesso restauro. Anche la Soprintendenza alle Belle Arti di Torino, che di norma è molto esigente e pondera all’inverosimile ogni autorizzazione, ha espresso parere favorevole. Nei prossimi mesi sarà restaurata l’antica facciata risalente al Trecento, recuperandone appieno il colore e l’assetto originario. Quella di San Gaudenzio era, intorno alla metà del XIV secolo, (Quando a Firenze iniziava già l’Umanesimo che avrebbe dato vita, nell’arco di pochi decenni nella grandezza unica del Rinascimento), la chiesa principale dell’antico borgo medievale.

In questa splendida chiesa sono stati conservate le salme di Guido Gozzano (il corpo venne trasportato all’interno dell’edificio religioso nel 1951) e del nonno materno Massimo Mautino ed è possibile ammirare lo splendido Crocifisso ligneo, che domina l’altare maggiore, opera dello scultore Carlo Giuseppe Plura di Lugano.

Dov'è successo?

Leggi anche

Strambino

/

21/09/2017

Strambino: incidente nei pressi del Lidl. Un uomo in scooter è stato travolto e ferito da un’automobile

Serio incidente nel pomeriggio di mercoledì 20 settembre a Strambino all’ingresso del supermercato Lidl situato in […]

leggi tutto...

Ingria

/

21/09/2017

Ingria: dopo il rifiuto di Torino sarà il piccolo comune a ospitare la goliardica e contestata “Gara dei rutti”

Quel che Torino ha sdegnosamente rifiutato, il piccolo Comune canavesano di Ingria ha accettato: domenica 24 […]

leggi tutto...

Caselle

/

21/09/2017

Caselle: gli aerei decollano e le tegole volano. Stanziati 70mila euro per ancorare i “coppi” ai tetti delle case

Quando gli aerei decollano o atterrano, volano anche le tegole: a Caselle è ormai la norma, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy