Agliè, bimbo di quattro anni rischia soffocare per una caramella. Salvato dalla madre

Agliè

/

12/01/2017

CONDIVIDI

Quando si è resa conto che il figlio stava diventando paonazzo ha favorito la deglutizione con forti pacche sulla schiena

La caramella che il bambino di quattro anni stava succhiando, mentre si recava accompagnato dai genitori alla scuola materna, a un certo punto gli è andata di traverso e ha rischiato di soffocarlo. Se non fosse stato per il pronto intervento della madre si sarebbe rischiata la tragedia. E’ accaduto l’altro pomeriggio ad Agliè.

Il bambino è stato trasportato dal personale sanitario  in via del tutto precauzionale al pronto soccorso dell’ospedale di Ivrea. L’episodio si è verificato sotto il porticato che si trova di fronte alla scuola materna che il bimbo frequenta. Quando si è resta conto che il figlio non riusciva respirare e che il viso stava diventando paonazzo, la madre, ha iniziato a dargli delle pacche sulla schiena in modo da favorire la deglutizione della caramella.

Il bimbo, sotto shock,  ha accusato un forte dolore alla gola. Per questa ragione i genitori e il personale scolastico hanno chiamato i 118: i sanitari hanno deciso di condurlo nel reparto di pediatria dell’ospedale di Ivrea dove è stato subito visitato dai medici. Per fortuna nessuna conseguenza per il malaugurato episodio con comprensibile sollievo dei genitori.

Dov'è successo?

Leggi anche

17/11/2019

Maltempo in Canavese: nelle Valli di Lanzo e in Valle Orco ancora case senza elettricità

“Ritengo gravissimo che l’energia elettrica nelle valli alpine e appenniniche, in particolare in diverse zone delle […]

leggi tutto...

17/11/2019

Oglianico: uno speciale albero di Natale realizzato con lana e uncinetto per aiutare chi è in difficoltà

Un albero di Natale fuori dai canoni classici, cucito con ago, filo, uncinetto e lana. Un’opera […]

leggi tutto...

17/11/2019

Levone: padre, madre e figlio 16enne spacciavano droga in casa. Due denunce e un arresto

Attività di contrasto dei carabinieri contro la criminalità diffusa nella provincia di Torino. 3 arresti e […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy