Aeroporto di Caselle: la polizia intensifica i controlli. Tre le persone respinte alla frontiera

Caselle

/

17/08/2018

CONDIVIDI

L’Ufficio Polizia di Frontiera tra martedì 14 e mercoledì 15 agosto mediante i servizi di pattugliamento e controllo, ha identificato circa 750 persone. In provincia impiegati mille uomini

Controlli serrati della polizia nel ponte di Ferragosto: in considerazione del consistente afflusso di persone nelle varie località della provincia di Torino, allo scopo di prevenire e contrastare le attività illegali, con particolare riguardo ai furti in abitazione, lo spaccio di stupefacenti e i reati predatori nelle giornate del 14 e del 15 agosto 2018 la Polizia di Stato ha impegnato sul territorio oltre 200 pattuglie per un totale di oltre 1.000 uomini. Le attività svolte hanno consentito di identificare più di 2.000 persone, la maggior parte straniere, arrestarne 6, denunciarne 9.

Undici stranieri sono stati espulsi dal Territorio Nazionale e 5 sono stati oggetto di provvedimento di trattenimento presso il Centro di Permanenza e Rimpatrio. E’ stata incrementata l’attività di vigilanza nei luoghi caratterizzati dalla persona di persone in transito con scali aeroportuali, stazioni ferroviarie, terminal di autobus, stazioni della metropolitana. La Polizia Stradale di Torino ha impiegato oltre 50 pattuglie ed ha sottoposto all’etilometro 70 persone di cui 3 risultate positive.

Gli agenti hanno provveduto al ritiro di 5 patenti di guida, 7 carte di circolazione e alla decurtazione di 157 punti sulle patenti. Sono state accertate complessivamente 102 infrazioni.

L’Ufficio Polizia di Frontiera, Scalo Aereo di Torino-Caselle, nelle sole due giornate considerate, mediante i servizi di pattugliamento e controllo, ha identificato circa 750 persone, 3 di queste sono state respinte alla frontiera. Nello specifico si tratta di due cittadini albanesi e un moldavo, i primi due sono stati respinti alla frontiera poiché uno in possesso di un visto scaduto mentre all’altro era stata rigettata la pratica di rinnovo.

Il cittadino moldavo invece non godeva di sufficienti garanzie per poter soggiornare in Italia.

Dov'è successo?

Leggi anche

06/06/2020

Uccide a 14 anni un riccio a calci: gli animalisti appendono uno striscione di insulti e minacce

È accusato di aver ucciso un riccio a calci un adolescente di 14 anni residente in […]

leggi tutto...

06/06/2020

Piemonte, sì della Regione alla formazione professionale, agli impianti di risalita e ai Luna Park

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha firmato l’ordinanza che dispone dal 6 giugno la […]

leggi tutto...

06/06/2020

Lombardore, espugnato il fortino della droga difeso da telecamere. I carabinieri arrestano operaio-pusher

Una fitta rete di telecamere. Così l’operaio-pusher di 27 anni di Lombardore difendeva il suo fortino […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy