Aeroporto di Caselle: automobilista aggredisce un vigile urbano. Condannato a 5 mesi

Caselle

/

19/07/2017

CONDIVIDI

La discussione è degenerata fino a quando l'automobilista non ha spintonato l'agente che è caduto a terra battendo la testa

L’automobilista aveva parcheggiato l’auto laddove non poteva, in uno spazio dell’aeroporto “Sandro Pertini” di Caselle: un vigile urbano, di servizio quel giorno insieme a un’ausiliaria del traffico, aveva invitato l’uomo a spostare l’automobile ma questi non solo non lo aveva fatto, ma aveva anche aggredito l’agente. Per questa ragione un quarantenne torinese P.M. che è stato condannato dal giudice del tribunale di Ivrea a una pena di 5 anni di reclusione e la versamento immediato di una provvisionale di 300 euro.

La vicenda risale a martedì 6 giugno scorso: dopo aver invitato l’automobilista a spostare l’auto il vigile urbano, in servizio al comune di San Francesco al Campo, è stato vittima di improperi prima e di un’aggressione dopo. L’automobilista aveva spintonato il vigile che era caduto all’indietro battendo violentemente la nuca sull’asfalto.

Sulla dinamica non ci sono stati dubbi perché l’episodio è stato interamente filmato dalle telecamere di sorveglianze attive nello scalo aeroportuale. L’aggressore è stato in seguito arrestato dagli agenti della polizia di Stato in servizio in aeroporto ,mentre l’infortunato era stato soccorso e condotto all’ospedale di Ciriè dove era stato dimesso dopo qualche ora trascorsa in osservazione clinica.

Dov'è successo?

Leggi anche

Chivasso

/

19/09/2017

Chivasso: ladro cerca di introdursi di sera nella casa di riposo per rubare e finisce in galera

E’ stato arrestato con l’accusa di tentato furto e resistenza dopo aver tentato di introdursi con […]

leggi tutto...

Balangero

/

19/09/2017

Balangero: beve e minaccia la vicina di casa con il fucile. Un 63enne è stato arrestato dai carabinieri

E’ stato arrestato con l’accusa di minacce aggravate e detenzione di armi clandestine e munizioni: nei […]

leggi tutto...

19/09/2017

Sanità: l’Asl To4 contatterà e rassicurerà i pazienti ai quali sono state impiantate le protesi Ceraver

Diversi professionisti si trovano agi arresti domiciliari nell’ambito dell’inchiesta giudiziaria relativa a quello che è stato […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy