Aeroporto di Caselle: Alitalia cancella la tratta Torino-Napoli. La Sagat: “Decisione inspiegabile”

11/05/2018

CONDIVIDI

Il capoluogo partenopeo è la quarta destinazione in ordine di importanza con 276mila 154 passeggeri nel 2017 in crescita del 16% rispetto all'anno precedente

I motivi rimangono ancora oscuri, ma dal 1° giugno Alitalia cancellerà la tratta Torino-Napoli: una decisione ancora inspiegabile che di fatto elimina i 15 voli settimanali che assicuravano il collegamento tra il Piemonte e la Campania. La tratta è stata istituita trent’anni fa e i dati di dati di traffico riguardante il numero dei passeggeri che da Torino raggiungono Napoli e viceversa non giustificano, stando a quanto afferma la Sagat, la società che gestisce l’aeroporto “Sandro Pertini” di Caselle, una decisione così drastica.
I numeri d’altro canto non lasciano in effetti adito a dubbi: Napoli è la quarta destinazione in ordine di importanza con 276mila 154 passeggeri nel 2017 in crescita del 16% rispetto all’anno precedente.

“La scelta di Alitalia risulta incomprensibile anche in relazione alla tipologia di clientela, che ha una forte componente business legata agli interessi economici dei più importanti gruppi industriali e finanziari delle due città, oltre alla componente turistica – dicono alla Sagat -. Nel recente passato, e sempre con lo stesso scarso preavviso, Alitalia aveva cancellato altre tratte Torino-Sud Italia, lasciando un vuoto immediatamente riempito da Volotea, Ryanair, Blue Air che hanno saputo tempestivamente cogliere l’opportunità commerciale, aumentando il numero di passeggeri trasportato su tutte le rotte e garantendo la mobilità di persone e aziende”.

La Sagat e la società che gestisce l’aeroporto partenopeo stanno collaborando per individuare nuove Compagnie aeree interessate a istituire il collegamento tra le due città che riempiano il vuoto crato dalla Compagnia di bandiera e che consenta di sviluppare il traffico all’aeroporto di Caselle Torinese.

Dov'è successo?

Leggi anche

Cuorgnè

/

14/11/2018

La disastrosa sconfitta di Caporetto nel primo degli incontri storici promossi da “Cuorgnè Viva”

Nell’ambito delle celebrazioni per la fine della Prima guerra mondiale, il Centro Incontri “Cuorgnè viva”, in […]

leggi tutto...

San Giorgio Canavese

/

14/11/2018

San Giorgio Canavese: scontro tra auto sulla provinciale per Ozegna. Due i feriti in ospedale

Due auto semi distrutte ed entrambi i conducenti che finiscono al pronto soccorso: è il bilancio […]

leggi tutto...

Ivrea

/

14/11/2018

Asl T04: Fabrizio Bogliatto, 44 anni, è il nuovo direttore di Ostetricia e Ginecologia di Ivrea

Fabrizio Bogliatto, 44 anni, è il nuovo Direttore della Struttura Complessa Ostetricia e Ginecologia Ivrea. Dopo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy