Ivrea, tenta due rapine ed entrambe falliscono. Eporediese di 39 anni arrestato dalla polizia

Ivrea

/

21/03/2017

CONDIVIDI

L'uomo, finito in manette pochi minuti dopo la tentata seconda rapina, ha fatto uso di una pistola giocattolo

Vincenzo del Duca, 39 anni, residente a Ivrea, è un rapinatore decisamente sfortunato: ha tentato di compiere due rapine ed entrambe sono fallite. E’ accaduto intorno a mezzanotte di sabato 18 marzo. Il primo episodio ha avuto luogo nella sala giochi “Miami” di corso Torino a Ivrea ma, una volta entrato nel locale, l’uomo ci ha ripensato e si è recato in un parcheggio e ha puntato la pistola alla testa di un uomo che si trovava al volante di un’auto in sosta. La vittima designata ha reagito ed è nata una breve colluttazione durante la quale la pistola del rapinatore è caduta per terra.
L’aggredito ha approfittato dell’attimo di esitazione per mettere in moto l’auto e fuggire avvertendo nel contempo la polizia. Lo sfortunato rapinatore non si è perso d’animo. Dopo aver recuperato l’arma Vincenzo Del Duca ha tentato di rapinare un altro automobilista, ma questa volta sono stati gli amici della nuova vittima a reagire mettendo in fuga il malvivente che pochi minuti dopo è stato fermato e arrestato dagli agenti di polizia in servizio al commissariato di Ivrea.

L’arma usata dal rapinatore era una pistola giocattolo.

Dov'è successo?

Leggi anche

Ivrea

/

23/09/2017

Sanità: mancano infermieri negli ospedali. Il Nursind proclama lo stato di agitazione

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche proclama lo stato di agitazione e si prepara a […]

leggi tutto...

Ciriè

/

23/09/2017

Ciriè, stalker di 22 anni aggredisce per strada la ragazza che lo aveva rifiutato. In manette

Quell’avvenente ragazza turbava, da quando l’aveva incontrata, i suoi sogni: più volte Andrea G., 22 anni, […]

leggi tutto...

Cuorgnè

/

23/09/2017

Cuorgnè: la Madonna della Rivassola torna al suo posto dopo il restauro pagato dal sindaco

Aveva avuto luogo lo scorso mese di inizio agosto la spiacevole sorpresa che aveva indignato i […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy