Caluso, nella “cascina degli orrori” i cavalli venivano maltrattati. Blitz delle guardie zoofile

Caluso

/

17/02/2017

CONDIVIDI

Al termine dell'ispezione che ha avuto luogo giovedì 16 febbraio, sono stati rinvenuti strumenti elettrici usati sugli equini. Denunciato il titolare dell'azienda

Aveva ragione chi sosteneva che in quella cascina degli orrori nella quale si allevavano cavalli da porre in vendita, i poveri equini fossero brutalizzati dai titolari dell’attività agricola sitata in frazione Carolina di Caluso. L’ispezione effettuata nel pomeriggio di ieri giovedì 16 febbraio, dopo che la troupe di “Striscia la notizia” aveva girato un servizio per il tg satirico di Mediaset, dalle guardie zoologiche dell’AgriAmbiente e dai carabinieri della Compagnia di Chivasso, ha evidenziato che i cavalli venivano torturati.

Gli agenti hanno sequestrato, nell’azienda agricola dell’orrore, collari elettrici per cani, speroni elettrici, un bastone metallico taser che rilascia scariche elettriche, batterie di ricambio, due carabine ad aria compressa non denunciate, farmaci scaduti e privi della documentazione sanitaria.

Nell’azienda agricola, al momento dell’ispezione di trovavano una cinquantina di equini.

Le forze dell’ordine hanno sequestrato due cavalli che presentavano evidenti segni di tortura. Il titolare 63enne dell’azienda agricola è stato denunciato con l’accusa di maltrattamento di animali e detenzione abusiva di armi.

Gli accertamenti delle forze dell’ordine continuano: pare che siano stati rinvenuti documenti relativi a cavalli che, al momento, risultano inesistenti nell’allevamento calusiese.

Dov'è successo?

Leggi anche

Cuorgnè

/

15/12/2017

Cuorgnè: nuovo sito web in Comune per facilitare il rapporto degli utenti con la pubblica amministrazione

Dal 13 dicembre è on line il nuovo sito web del Comune di Cuorgnè realizzato secondo […]

leggi tutto...

Ivrea

/

15/12/2017

Ivrea, niente sale sulle strade ghiacciate: un centinaio di persone finisce in pronto soccorso

Oltre un centinaio di persone sono transitate nella giornata di ieri, giovedì 14 dicembre, nel pronto […]

leggi tutto...

Ivrea

/

15/12/2017

Ex dipendente dell’Olivetti scompare nel nulla da anni. La procura accusa il fratello di averlo ucciso

La procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio di Salvatore Angemi, 55 anni, di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy